lunedì 15 ottobre 2018

TECNOLOGIE RADIESTESICHE RUSSE: CALENDARIO CORSI





L’ASSOCIAZIONE CULTURALE “STELLA DELL’EST” ANNUNCIA IL SEGUENTE CALENDARIO CORSI (docente Olga Samarina): 

1° livello TRR

23 settembre 2018 – 25 novembre 2018 – 14 aprile 2019

“Radiestesia Spirituale” Russa”.  Il corso contiene delle impostazioni del lavoro radiestesico dal punto di vista dei gradi maestri russi. Si approfondiscono le tecniche della verifica delle risposte del pendolo. E’ aperto anche a coloro che fanno i primi passi nella radiestesia.


2° livello TRR

7 ottobre 2018 – 3 febbraio 2019 – 16 giugno 2019

“I primi passi nella pulizia della matrice energetico-informazionale umana”). Il corso è dedicato alle caratteristiche delle cause profonde delle malattie e alle tecniche russe della pulizia del Sé Superiore e dei suoi collegamenti e canali.


3° livello TRR

9 dicembre 2018 – 9 maggio 2019

Sistema di guarigione di L.G. Puchkò. Protocolli terapeutici"). Prosegue la conoscenza della "macchina" bio-energetica umana. Inizia lo studio dei profondissimi  "protocolli terapeutici" Puchkò, con alcuni elementi del sistema di guarigione di Pavel ("Le Energie della guarigione”).

Per l’iscrizione e i maggiori info: 





lunedì 8 ottobre 2018

IL PRIMO COMPUTER E' STATO INVENTATO DAI RUSSI


Si, il primo personal computer non era un Apple Computer (1975), bensì un dispositivo brevettato dall'ingegnere elettronico russo di nome Arsenij Gorokhov, nel 1970, con il brevetto n.  383005.  A. Gorokhov (nato nel 1935) è un membro dell’Accademia dell’Ingegneria russa, inventore e innovatore. Attualmente, insegna  ancora all’università della città di Omsk.

Il dispositivo ha ricevuto due nomi:  “intellettore” e “strumento di programmazione”. Aveva un monitor, un disco rigido esterno, una scheda di memoria, una scheda video e molte altre cose... mancava soltanto il “mouse”. 
Questa macchina poteva comunicare con il calcolatore elettronico, ma era anche in grado di risolvere alcuni problemi in autonomia. Purtroppo, non è andata in produzione per colpa della burocrazia che aveva negato i soldi: per avviare una produzione industriale servivano circa 80 mila rubli (10 auto di marca sovietica  “Volga”, non era una grossa cifra); ma i burocrati avevano deciso che costava troppo, e che era meglio aspettare qualche anno...
Purtroppo, anche la dirigenza del partito comunista sovietico, già negli anni 50-60, quando i primi informatici russi e americani avevano raggiunto più o meno lo stesso livello,  non vedeva di buon occhio lo sviluppo dell’informatica considerandolo una “scienza borghese"...e così fu imposto uno “stop” di carattere ideologico. 

L’invenzione di Gorokhov gli  fruttò un “mucchio di soldi”: 20 rubli...  se il computer  fosse stato prodotto in fabbrica lui avrebbe ricevuto mille volte di più. Si tratta comunque degli spiccioli, se consideriamo la portata dell’invenzione.

Nello stesso periodo Gorokhov aveva inventato anche il plotter (al quale è toccato lo stesso destino, ovvero, per il mondo esiste un altro inventore ufficiale). 
Al giorno d’oggi quest’uomo ha più di 20 brevetti. Molti, ahimè, sono rimasti sulla carta.

Ci sarebbe da dire che nella stretta cerchia degli addetti ai lavori  - gli informatici  e gli inventori -  il primato di Gorokhov, in qualità dell’inventore del primo computer,  non si discute, lo riconoscono anche gli americani. Ma il mondo conosce  Steve Jobs...



giovedì 6 settembre 2018

L'ACQUA “VIVA” SECONDO LA NUMEROLOGIA RUSSA




Questo metodo è stato proposto molti anni fa da una numerologa russa,Tamara Ziurnyaeva. Il metodo è molto conosciuto negli ambienti olistici russi.

E' semplicissimo.
Prendete un bicchiere d'acqua e metettelo sulla mano sinistra. Ora passate - molto lentamente - il dito medio della mano destra lungo il bordo del bicchiere, in senso orario. Ogni giro = 1 minuto. 
Mentre passate il dito dovete pronunciare quelle parole che volete comunicare all'acqua. Potrebbe trattarsi sia delle preghiere sia delle parole vostre,  il testo è libero. La cosa più importante è essere concentrati su ciò che volete ottenere (o su quelle cose delle quali vorreste liberarvi).
Se dovete dire poche parole, ripetetele alcune volte. 
Bisogna fare 7 giri sul bordo del bicchiere. 
Ma non è tutto! E' importante tenere presente ciò che suggerisce la ricerca numerologica.

Va trovato il CODICE personale della persona (vostro o della persona per la quale preparate l’acqua).
Come?
Ha soltanto due cifre.
La prima indica il numero vibrazionale dell’ENTITA’ che va cercato così: facciamo un esempio concreto.

Prendiamo una persona nata il 25.12.1909 (un po’ anzianotto :-) ma è un esempio riportato anche nei libri della Puchkò).
I suoi numeri vibrazionali sono:

25 = 2+4 = 7 – il numero dei corpi fisico ed eterico
12 = 1+2 = 3 – il numero del corpo astrale.
1909 = 1+9+0+9 = 19 = 10 = 1+0 = 1 – il numero del corpo mentale.
25 12 1909 = (2+5) + (1+2) + (1+9+0+9) = 7+3+1 = 11 = 1+1 = 2 – il numero  vibrazionale dell’entità umana.
Il secondo numero del codice è l’ultima cifra dell’anno di nascita - qui abbiamo 9. Il codice vibrazionale personale di questa persona, secondo l’autrice  della tecnica, è 29.

Inoltre, passando il dito, dobbiamo comunicare all’acqua anche il nome della persona e la sua data di nascita. Riepilogando, i dati che dobbiamo  comunicare all’acqua sono: 

- il nome
- la data di nascita
- il codice personale
- se aggiungete l’indirizzo o il recapito telefonico, non violerete nessuna regola della pratica radionica, anzi, darete i dati ancora più competi!).

Potete  chiedere una guarigione di una malattia, uno stato di calma, un sollievo dai dolori, come potete chiedere un’armonizzazione generale dell’organismo. 

Fate questa procedura di sera, dopo di che lasciate il bicchiere sul davanzale. 
L’acqua si beve all’alba! Con i primi raggi del sole. Il bicchiere deve essere, ovviamente, trasparente! 

Per quanto tempo dobbiamo farlo? per 21 giorni, questi giorni serviranno per abituare l’organo a funzionare bene. Carichiamo l’acqua regolarmente, giorno dopo giorno.


Esiste una variazione:

- E’ possibile non  passare il dito ma coprire il bicchiere con l’altra mano.
- Se lavorate con un concreto organo: dite all’acqua  che l’organo in questione è sano, e che funziona bene (“già fatto”).
- Che fare se il cielo è nuvoloso e il sole non appare?  Usate la tecnica della MAGIA MENTALE.  Provate a “vedere” il sole con la “seconda vista” (ovunque sia in questo momento) e collegatelo, con un filo, al vostro bicchiere. 




lunedì 20 agosto 2018

TECNOLOGIE RADIESTESICHE RUSSE IN PRATICA




Questa è una lettera di una operatrice radioestesia russa, allieva della Puchkò, pubblicata in un dei libri sulla “Medicina Multidimensionale”. 
“...Nel 1995 ho fatto il corso di autoguarigione radiestesica di Liudmila Grigorijevna Puchkò, dopo di che ho cercato di aiutare mia sorella che era ricoverata con la diagnosi “policistosi renale”.
Era già iniziata l’urosetticemia. Mia sorella aveva delle terribili ulcere nelle gambe, l’emoglobina bassa, il vomito. C’era anche una forte ritenzione urinaria.
I medici avevano detto che le restavano al massimo 2-3 giorni di vita, e intanto lei è stata messa in dialisi.
Ho fatto una completa analisi radioestesia dell’organismo di mia sorella. Il medico curante ne era al corrente. Ho esaminato i corpi fisico, eterico e i cinque corpi sottili. Ho trovato nei corpi: le entità aurali, le entità terresti, diversi programmi negativi, degli engrammi del periodo adolescenziale. Inoltre, nel corpo eterico c’erano dei blocchi di energia in sei meridiani... Anche nelle connessioni tra i meridiani c’erano dei blocchi di energia. Ho anche trovato cinque infezioni eteriche... Nel corpo fisico c’erano dei grossi danni ai reni, al fegato, all’intestino crasso e al cuore.
Per eliminare i danni nei corpi sottili ho usato la tecnica delle delle sequenze vibrazionali. Le infezioni sono state tolte con le piante scelte con il pendolo. E per i blocchi dell’energia nei meridiani ho fatto a mia sorella un quotidiano massaggio dei meridiani. Quello dei reni aveva richiesto più tempo e fatica. Ho osservato un gonfiore della pancia sul lato destro, dopo di che l’urina ha iniziato a uscire con tanto pus... Gradualmente, l’urina si è ripulita, e le analisi sono tornate alla norma. Il massaggio del meridiano del fegato e l’assunzione di una pianta medicinale hanno provocato dapprima il vomito e la diarrea nera, ma dopo è cessato tutto, e mia sorella ha ripreso a mangiare. Le analisi del sangue (la creatinina e l’azotemia) sono molto migliorate. Dopo due mesi mia sorella è tornata a casa."
(N. Agafonova, ingegnere)
Commento.
1) Nessuno vuole sostituirsi ai medici, ma la medicina oggi non riconosce l’esistenza dei corpi sottili, e ignora i loro problemi.
2) Qualsiasi malattia inizia prima - molti anni prima - nei corpi sottili. E’ per questo che ci è voluto il concetto delle “cause profonde delle malattie” (Puchkò). 
3) La radiestesia e i metodi dell’analisi delle Tecnologie Radiestesiche Russe permettono di individuare in tempo, e a bloccare ciò che in futuro può germogliare in una grave malattia.
4) Questo metodo è basato su un’attenta analisi radioestesica che non ammette l’approssimazione, come in altre discipline olistiche. Per imparare una radioestesia di un certo tipo bisogna iniziare a conoscere le tecniche di ci parlo e i concetti proposti dalla Puchkò e da Pavel (ne parlo nel mio primo libro).
5) Come vedete, l’autrice della lettera non è un medico, e non aveva neppure tanta esperienza in radioestesia. Il suo segreto? La serietà + la motivazione + l’aiuto delle Forze Superiori che incoraggiano le persone che si mettono a comunicare con il proprio subconscio. 
6) Rinnovo l’invito alle persone - ma solo se sono veramente motivate - al corsi che inizio, con la mia associazione “Stella dell’Est”, a settembre 2018. Si tratterà di un “percorso" dove cercherò di insegnare tutto ci che sono riuscita ad apprendere in 10 anni di studi. 
Il primo corso “Radiestesia spirituale russa” è il 23 settembre a Genova. 
Le info sono sul sito www. radiestesiaspiritualerussa.it (formazione).