Si è verificato un errore nel gadget

domenica 25 novembre 2012

I CIRCUITI DI SHAKAEV: IL PRIMO PASSO VERSO LA RADIONICA OLOGRAFICA



Una serie di circuiti creati da Rauel Shakaev negli anni 80


I circuiti, calcolati matematicamente, sono stati creati alla fine degli anni 80 da Rauel Shakaev, fisico e matematico. In Russia sono stati testati e usati da moltissime persone, con ottimi risultati.  L'intenzione del loro autore fu quella di trovare un modo per trasformare olograficamente le energie distorte in energia di Sintesi.

L'energia di Sintesi si trova ovunque nello spazio e nei campi  vitali del nostro pianeta.  Gli studi e gli esperimenti (in corso da ormai circa 20 anni in Russia e nei paesi dell'ex URSS)  hanno avuto degli ottimi riscontri, dimostrando  che la geometria «proiettiva» o «sacra» è capace di  avviare la Sintesi attraverso il nostro Intento che organizza  le energie psichiche del Cosmo.

Rauel Shakaev  (matematico e fisico dell'Università di Alma-Ata, Kazakhistan) aveva elaborato la sua teoria  che aveva chiamato «Sintesi e la Filosofia della Materia» molti anni fa. 
La sua scoperta  è nata in base allo studio delle ricerche di oltre 70 scienziati, tra cui quelli universalmente noti  come Galileo, Newton, Einstein, e  quelli russi: Ziolkovskij, Shipov, Veinik, Vernadskij, Minaev, Kozyrev, Kaznacheev.  Pare che Shakaev sia  riuscito a provare matematicamente l'esistenza del campo energetico-informazionale che include tutta la vita sulla terra ed esiste  al di fuori di essa.  La logica aveva suggerito allo scienziato di cercare una via per  attingere all'energia della Sintesi, e quindi, i circuiti    servono proprio a questo.  Lavorando sulla sua teoria lo scienziato aveva anche  introdotto nella  matematica molti  concetti nuovi.
Ecco cosa scriveva Shakaev: «Il circuito «sintesatore»  che propongo  attinge all'energia che si nasconde nei campi informazionali dell'Universo e rappresenta il rapporto che si crea tra il nostro spazio personale e lo spazio al di fuori di noi. La nostra coscienza è capace di arrivare a prendere  l'energia che attiva la sintesi in un organismo vivente. Se ciò riesce, l'organismo inizia a produrre  gli anticorpi, il che significa il miglioramento di  tutti i processi metabolici, di eliminazione e di rinnovamento. Si tratta dell'energia supplementare per la nostra salute. Adoperando i circuiti possiamo  concentrare, attraverso il pensiero, l'energia cosmica, e usarla  attivando i processi di risanamento e di attivazione del processo di sintesi».

Tutti i circuiti  di R. Shakaev rappresentano i disegni geometrici creati dallo scienziato secondo i principi di geometria sacra o proiettiva,  che, come sappiamo, è alla base di tutto l'Universo.
I circuiti possono essere paragonati a dei «finestrini» aperti nello Spazio. Sono capaci di «bucare» la spessa coltre delle energie psichiche distorte (odio, paura, invidia)  che circondano il Pianeta  e di farci respirare delle energie pulite che ci vengono inviate sia dai Fratelli del Cosmo  sia dall'Amore Infinito (Dio)  stesso.

Come funzionano i circuiti?
Una volta che il circuito  viene attivato si crea un punto d'energia che complementa l'energia della cellula oppure la elimina, dipende dal programma che riceve. I circuiti di Shakaev sono la matematica,  sono le formule che immettono l'informazione attraverso un disegno geometrico.
Dopo  più di vent'anni di studio dei circuiti è stato accumulato un grande bagaglio   di esperienze. In molte città del Kazakhistan e della Russia esistono delle «scuole» di Shakaev ed i centri della salute che li adoperano.

Circuito "Enigma" - rimedio per il sistema immunitario

Circuito "Eternità" - un potente rimedio contro le aggressioni psichiche.

Di per se i circuiti non possiedono nessun tipo di energia, il loro compito è trasformare ciò che è distorto e fungere da «finestrino» aperto  nello spazio energetico-informazionale per richiamare da lì l'energia di «sintesi».
Ogni loro parte contiene  tutto il circuito ( secondo il principio olografico).
I circuiti  sono più forti se usati a distanza; più  distante è la persona/animale/pianta ecc. a cui sono destinati, più forte è la loro azione.
Tutti i circuiti  formano u corpo unico perché servono allo stesso scopo: far evolvere ciò che è vivo sulla Terra.
Più si lavora con i circuiti più potenti essi diventano. I circuiti non possono essere usati  per recare danni. I curcuiti possono essere usati insieme, fino a 4.
Alcuni circuiti sono «doppi»: bianchi  (diritti) e neri (inversi). I  circuiti diritti lavorano sul piano informazionale, mentre quelli inversi – sul piano energetico. Non si possono strappare né essere buttati via, se diventano inadoperabili, è preferibile sotterrarli.  I circuiti possono essere colorati a mano (come i mandala). I circuiti sono strettamente individuali, non possono essere prestati ad un'altra persona. Ogni circuito possiede il proporio «programma». Quando si comincia a lavorare con i circuiti è bene pronunciare l'intento sintonizzandosi con esso.




Il circuito "Volontà"  è uno tra i più potenti conduttori del nostro pensiero. Inoltre, aiuta a lottare contro  certi vizi e cattive abitudini.




Gli usi dei circuiti sono molteplici:  si mettono direttamente sul corpo, si fa la ginnastica, si mettono sui muri di casa/ufficio, nell'auto,  nella terra per curare le piante e ottenere  buon raccolto nell'orto, ecc.

......  grazie a una decina di circuiti  di formato molto piccolo, stampati a incollati su dei pezzetti di vetro, le mie piante (i gerani), praticamente morte dopo il rigido inverno  scorso, sono letteralmente rinate  mostrando una bella e abbondante fioritura primaverile.




USO DEI CIRCUITI CON L'ACQUA



Riempite una brocca/barattolo di vetro con l'acqua del rubinetto.  Si possono usare insieme due circuiti: uno si mette sotto e l'altro sopra la brocca, di modo che si guardino.   E' il modo che personalmente preferisco. Per esempio, sotto la brocca si  può mettere il circuito «Rinascita» e sopra il circuito «Cosmo» o «Enigma».  Quando lo fate è bene pronunciare  a voce alta o mentalmente il vostro intento, tipo: 

«Quest'acqua diventi libera da qualsiasi impurità e asporti tutte le scorie dal mio organismo, sanando il mio sistema digerente, calmando il mio sistema nervoso», ecc. 
Si può pronunciare  qualsiasi tipo d'intento, ma, ovviamente,  è necessario crederci. Ogni tipo di dubbio «blocca» il circuito.
Trascorse 12 ore, l'acqua è pronta all''uso. E' meglio prepararla alla sera.
Rinascita-Protezione
E' possibile  alla stessa maniera caricare l'acqua/cibo per gli animali e, naturalmente, tutti i nostri cibi. Provate a misurare l'energia dei prodotti caricati con la scala di Bovis, troverete delle sorprese.

6 commenti:

  1. Ciao Olga, permettimi di condividere una piccola testimonianza per mostrare quanto si possa fare con questi circuiti.
    La pulizia dei meridiani come mi hai insegnato a fare si sente, nel senso che si percepisce fisicamente un caldo formicolio che segue il movimento che si fa fare al circuito. Per confermare questa mia sensazione ho preso due ignare cavie volontarie, ho spiegato loro cosa fare e ho chiesto di riferirmi se e cosa sentivano. Mi hanno riferito le stesse sensazioni.
    Ho sperimentato anche gli altri metodi che insegni, e devo dire che non sono niente male.
    Non ricordo se li posso usare anche come un grafico radionico "classico", cioè mettendoci sopra un testimone e un biglietto col risultato da ottenere (credo sia fattibile)
    Grazie.
    Laura.

    RispondiElimina
  2. Certamente, basta scegliere il circuito giusto. Inoltre, sono ottimi per mandare una forma-pensiero di guarigione (sempre con un testimone sopra).

    RispondiElimina
  3. salve, sono un ricercatore un po’ come lei, apprezzo i suoi studi e volevo chiederLe se poteva illustrarci il circuito “Sintesatore” di R.Shakaev, non c’è una immagine di esso? grazie e molto gentile, buon cammino by pippo 8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dicendo "sintesatore" Shakaev si riferiva in generale a tutti i suoi circuiti; nel senso che tutti loro, secondo il suo pensiero, dovrebbero attirare l'energia di "sintesi"; per cui non esiste uno con questo nome. Grazie della domanda.

      Elimina
  4. ciao! ho letto con molto interesse l'articolo, volevo ringraziarti e chiederti se sapresti indicarmi un libro nel quale possa trovare gli originali di R. Shakaev

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.