Si è verificato un errore nel gadget

martedì 6 novembre 2012

Il PENDOLO AL SERVIZIO DELLA NOSTRA SALUTE



Ancora pochi sanno che cos’è la radionica... saranno le sedute con l’imposizione delle mani, invocando gli Angeli, o pronunciando i mantra? Significa un paziente sul lettino e un guaritore chino su di lui? ...
Nient’affatto. Non si tratta dell’esercizio di varie discipline in stile New Age
Si tratta, invece, di un riequilibrio energetico a distanza, senza un contatto diretto con l’ammalato, che funziona in base all’analisi radiestesica di un campione del paziente. La radionica, come la conosciamo in Occidente, è considerata un trattamento complementare che utilizza i circuiti grafici, le rate numeriche, i protocolli dei moderni “sciamani” e i numerosi strumenti creati appositamente per focalizzare l’intento dell’operatore. I trattamenti vanno per ripetizioni; l’operatore controlla periodicamente lo stato del paziente attraverso il suo campione (una foto, una ciocca di capelli) e corregge i rimedi da inviare.

In Russia, a differenza dall’Occidente, si è formata una scuola radionica del tutto particolare. Prima di tutto, gli operatori russi non usano la parola stessa “radionica”, definendo il loro operato come  “le cure radiestesiche”. Anche il principale strumento dell’operatore russo è il pendolo, esclusi o quasi altri strumenti. Si seguono, però, dei dettagliati protocolli di lavoro con l’utilizzo dei più svariati grafici.


La scuola radiestesica russa, è, perciò, molto rigorosa. L’operatore deve raggiungere un elevato livello professionale, cercando di ottimizzare la comunicazione tra la propria Coscienza e il Sé Superiore. E’ interessante notare l’esistenza di una vera “autodisciplina” mirata al raggiungimento del più altro livello possibile, tra gli iscritti nei numerosi forum che trattano gli argomenti radiestesici.

6 commenti:

  1. Ciao Olga sono contenta di questo magnifico lavoro che stai facendo e ti prego di continuare a lavorare per noi e la Mente Suprema.
    Un abbraccio Amelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continua a leggere i miei post per approfondire l'argomento; sono contenta d leggervi; grazie!

      Elimina
  2. Ciao Olga
    Ottimo lavoro, ora c'è un riferimento per questo argomento
    Un abbraccio
    Claudio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Ci tenevo molto a fare questo lavoro.

      Elimina
  3. Grande Olga, grazie per la condivisione e per la tua capacità di sintetizzare in modo comprensibile questi argomenti
    Un abbraccio
    Alessandra

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.