Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 8 novembre 2012

"LE ENERGIE DELLA GUARIGIONE E LA FORMULA DELL'APPELLO" - UN GRANDE PASSO VERSO LA RADIONICA SPIRITUALE.


LA RADIONICA RUSSA E’ UNA RADIONICA SQUISITAMENTE SIPRITUALE.  



IL METODO DI CUI PARLERO’ BREVEMENTE IN QUESTO CAPITOLO LAVORA DIRETTAMENTE CON  QUEL VASTO ED ARTICOLATO MONDO CHE  HA PER NOME “IL SISTEMA DELLA MENTE SUPREMA”.

MI POSSONO OBIETTARE: E CON QUESTO? .... E’ CIO’ CHE  I GUARITORI DI TUTTO IL MONDO FANNO DA SEMPRE, DA CHE L’UOMO E’ UOMO!

SI’, E’ VERO, MA LA DIFFERENZA STA NEL FATTO CHE CHI LAVORA CON QUESTO METODO NON HA BISOGNO DI UN DONO PARTICOLARE, E NON SERVONO DELLE INIZIAZIONI.
GLI UNICI REQUISITI SONO LA SERIETA’ DEGLI INTENTI  E LA VOGLIA DI CONOSCERE  (E DI CONOSCERSI).


Ciò che si osserva nel Web in lingua russa degli ultimi decenni è un VERO BOOM dei siti e forum sui temi della guarigione spirituale.
Esistono dei grossi portali di forum esoterici CON DECINE DI MIGLIAIA DI ISCRITTI (ma non  sono mai esoterici e basta, in maggioranza sono molto evoluti e tutti hanno una chiara impronta spirituale e soprattutto, scientifica).  
Il livello delle discussioni è decisamente ALTO. I russi continuano a leggere molto e ad interessarsi alle tematiche “insolite”... e questo mi fa piacere  immaginando quanto scombussolamento è stato prodotto nella vita di questo grande Paese negli ultimi 20 anni!

Il meglio di adesso, un vero TOP dei TOP,  è uno studio intitolato LE ENERGIE DELLA GUARIGIONE E LA FORMULA DELL’APPELLO”, apparso sul  web negli ultimi due anni. L’autore  del metodo preferisce non pubblicare il suo vero nome prima che il suo libro non sarà finito, ed io rispetto la sua scelta.

Molti di coloro che lavorano con il metodo Puchkò hanno potuto apprezzare questa fondamentale opera scritta da una persona sicuramente preparatissima e, non c’è alcun dubbio, ispirata dai Maestri del Mondo Superiore.

Ecco che cosa mi scrive l’autore del Metodo, Pavel,  sul Forum  dove i materiali vengono pubblicati e con il quale collaboro attivamente:

“... Considerò la Puchko la mia maestra terrena. Confermo le sue parole: anche a me le opere della Puchkò avevano aperto gli occhi. Si tratta di un metodo  che permette a  TUTTI coloro che lo desiderano,  di evolversi spiritualmente, facendo un lavoro continuo, duro, non facile. Noi ora possiamo giudicare la struttura del metodo come complicata, ma è comprensibile;  si ricorda i primi aerei (i biplani), com’erano nei primi anni del novecento?  Non sono nemmeno da paragonare a quelli di oggi,  è  stato tagliato quasi tutto ciò che era di troppo, che non serve, ma  è rimasta l’IDEA di VOLO.
Così anche nei libri della Puchkò, in modo evidente o velato,  traspare un’idea della COMUNICAZIONE  tra la Coscienza e il Sé Superiore, e, attraverso quest’ultimo, con il Sistema della Mente Suprema. Nel corso della loro evoluzione alcuni metodi radiestesici saranno dimenticati, oppure da “indispensabili” diventeranno soltanto “specifici” (questo riguarda le “Sequenze Vibrazionali”). Gli altri metodi prenderanno il loro posto... ma l’IDEA della COMUNICAZIONE rimarrà inalterata.”

Questa è l’essenza del metodo:  

      E’ un metodo con cui si lavora direttamente con il SISTEMA DELLA MENTE SUPREMA  TRAMITE IL  SE’ SUPERIORE DELL'OPERATORE, senza intermediazioni, se non quella del nostro caro ANGELO CUSTODE;       

     S’impara a CONNETTERSI VERAMENTE al proprio Sé Superiore e a fare una vera scuola radiestesica accanto a questo Maestro che ci conosce meglio di chiunque altro;

     L’operatore deve avvalersi di  una rigorosa analisi radiestesica fondata su una base teorica "esoterico-scientifica"  (ma sono anche convinta che prima o poi ciò che chiamiamo “esoterico”  perderà qualsiasi sfumatura “magica” e “antiscientifica”, perché in fondo significa la ricerca di una via per lo sviluppo spirituale dell’Uomo!);

     La tecnica è semplice: si scrive e si manda una “lettera”/APPELLO  alle Forze Superiori di cui anche il nostro Sé Superiore fa parte, pur trovandosi in basso della scala gerarchica; questa lettera (in realtà, una preghiera molto speciale) viene vagliata dal nostro Angelo Custode,  dopo di che viene elargita dell’energia  necessaria per la realizzazione del nostro Appello. PROVARE PER CREDERE. Tutto ciò che è veramente GRANDE spesso è MOLTO SEMPLICE.

Ma anche:

... si spiega perché tante volte, lavorando con le tecniche radioniche sul corpo fisico, otteniamo scarsi risultati: AL CORPO MANCA L’ENERGA!  Dobbiamo capire l’importanza delle misure aggiuntive per DARE l’energia al corpo in cura;

.. i corpi sottili o “non fisici” dell’Uomo non sono SEI ma OTTO, con l’aggiunta dei corpi OLOGRAFICO E PSICOMETRICO;

... I corpi non fisici sono suddivisi in “informazionali” e “governanti”; il ruolo maggiore spetta a quelli “governanti” (psicometrico, spirituale, mentale, intuitivo);

... noi stessi e tutti i nostri corpi  siamo fatti di energie prodotte dai VENTI campi del Sistema della Mente Suprema;

... prima di qualsiasi intervento di correzione della nostra matrice informazionale, si  puliscono TUTTI  i corpi non fisici dai programmi negativi accumulatisi nel corso della vita e vi si mette una PROTEZIONE;

.... questa protezione, a condizione che noi stessi non la facciamo “saltare” dall’interno, coltivando delle emozioni negative, ci preserverà SIA DALLE FUTURE PATOLOGIE  SIA DA QUALSIASI NUOVO PROGRAMMA NEGATIVO BLOCCANDO OGNI VIA D’ENTRATA PER QUESTI SGRADITI OSPITI CHE VENGONO DALLA PARTE DELLE FORZE OSCURE;

...  per i problemi urgenti, tipo una puntura d’ape  mentre siamo in campagna e non sappiamo cosa fare, possiamo rivolgersi all’ARCANGELO MICHELE con la preghiera  di intervenire, usufruendo così di un  CANALE SOS con il Mondo Superiore e ringraziando anticipatamente l’Arcangelo per il lavoro fatto: il processo sarà veramente fermato! Provare per chiedere...

... In realtà,  questa formidabile opera continua lo sviluppo del modello biocomputerizzato dell’uomo iniziato dalla Puchkò, ma ha una matrice ancora più profonda e si sviluppa su più piani.



  ARCANGEL MICHAEL di  Amethyst Wyldfyre (VIBRATIONAL POWER PAINTINGS)

1 commento:

  1. Che bell'articolo, Olga.
    Trovo che ci siano dei punti in comune col mio modo di lavorare, nel senso che anche io chiedo al mio A.C. di fare il lavoro che gli chiedo.
    Hai scritto che per lavorare con la formula dell'Appello "si scrive e si manda una “lettera”/APPELLO alle Forze Superiori". Cosa intendi? Che fisicamente scrivi il tuo intento? Sicuramente l'atto dello scrivere una cosa ci mette nelle condizioni di dover pensare alla richiesta che stiamo formulando, e credo che questo dia ancora più forza alla richiesta stessa.
    E poi? Come fai? Carichi lo scritto col pendolo? Oppure...?
    Grazie,
    Laura

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.