Si è verificato un errore nel gadget

martedì 21 maggio 2013

108*27. SIMORON. IL TRAINING PSICOLOGICO PER REALIZZARE I DESIDERI



Simoron 

è un metodo di psicotraining mirato alla liberazione dell’innata genialità dell’essere umano e alla risoluzione degli infiniti problemi che lo attanagliano tutti i giorni.
Il metodo è nato nel 1988,  a Kiev,  inventato dai coniugi  Piotr Burlan (regista) e Petra Burlan (attrice). 
Nel  2006 il marchio della scuola ha avuto il re-branding, a causa della proliferazione di molteplici scuole dallo stesso nome  mentre l’insegnamento non corrispondeva più alla versione dei Burlan;  ora il metodo si chiama Burlan-Do.
Il metodo insegna a cambiare il nostro abituale comportamento.
I Burlan insegnano: se cominci a pensare e a comportarti da genio, lo diventerai.
Alcuni credono che  Simoron   sia la magia, altri lo ritengono una presa in giro, ed altri ancora non ci credono ma sono costretti a riconoscere che FUNZIONA.
Chi lo pratica raggiunge, inspiegabilmente, il risultato che cerca.

La parola SIMORON non significa nulla,  è solo una parola-giocattolo,  sinonimo  di un atteggiamento giocoso e positivo.
Col tempo Simoron è diventato un metodo pratico per  realizzare i desideri.
Secondo i simoronisti stessi loro possono:
  • -      cambiare il tempo
  • -      far arrivare subito il mezzo pubblico che si desidera prendere;
  • -      risolvere problemi di sentimenti/cuore;
  • -      risolvere qualsiasi problema materiale;
  • -      curare le malattie.



 Su Simoron sono scritte decine di libri, in ogni paese d’Europa ci sono i gruppi di persone (soprattutto di lingua russa) che lo praticano. Esistono delle tecniche di base, ma  è meglio inventare  delle tecniche proprie, diventando un vero “mago” che cambia il mondo.



I seminari Simoron in Russia


In attesa di ricevere dalla Russia dei libri per studiare meglio queste interessanti tecniche, pubblico alcune notizie trovate in internet.

Ecco alcune tecniche di base:

Rinominare

Se ti capita qualcosa di brutto, sei dentro la situazione e spesso non puoi valutarla oggettivamente. Allora inventati un altro ruolo.
 Dice Nadia, maestra elementare, 27 anni:
                                                                                   
“ Una giorno ho litigato con mio marito, mi hanno aumentato le ore a scuola, e  ho preso un brutto raffreddore. Mi cadevano le braccia. E mi sono ricordata di Simoron.  Ho preso carta e penna e mi sono data una definizione: “Sono colei che è seduta da sola davanti alla finestra,  tutta triste”. Ho riflettuto su che nome assumere. Doveva venire da sé.  Mi sono girata e ho visto sul muro un calendario con un grosso gatto rosso.  E ho scritto: “Sono una gatta rossa con il cappello che canta d’amore e acchiappa i raggi del sole”. Ho ripetuto queste parole 3 volte, mi piacevano. Ho cominciato a pulire la cucina canticchiando, e mente cantavo, il mio raffreddore si è attenuato. Poi mi ha chiamato la preside dicendo che un’altra maestra prenderà le ore che  io non volevo. “Infatti”, mi sono detta, “come affidare un incarico così ad un gatta rossa che canta d’amore!”. E mentre stavo ridendo a questo pensiero, è arrivato mio marito con i fiori e i cioccolatini, per fare la pace.”  


Il nuovo nome deve essere allegro e piacerti. Non serve inventare nomi seri, è un gioco.   Perciò un nome assurdo tipo “Ballerina con gli stivali che versa della neve in una pentola” funzionerà meglio di “sono colei che aveva preso un premio in denaro martedì mattina”.

Io, io, Io...

Scrivi la situazione che non ti piace. Per esempio: “ Ho cambiato il posto di  lavoro, ma i colleghi  non mi trattano bene, il capo mi rifila i compiti inutili, guadagno pochi soldi”.  Ora sostituisci  i nomi di tutti i protagonisti con “l’io”.  
Avrai: “Ho cambiato il posto di lavoro, ma io mi tratto male, io mi rifilo i compiti inutili, e  guadagno poca me stessa”. Leggi ciò che hai scritto.  Capirai che sei tu la chiave della situazione; sei tu il padrone, e quindi rinominati e cambia il mondo.

Le danze Simoron

Le danze ricordano quelle sciamaniche.  Per ogni caso s’inventano dei costumi speciali, buffi.  La danza va eseguita con piacere e disinibizione. Ti fermerai da solo, non appena capirai che la magia è compiuta. E’ importante  sentirsi “librare”.  In questo stato tu senti che il mondo è benevolo, allegro, pieno di abbondanza, e ti regalerà volentieri  ciò che vuoi.

Le nuove tecniche nascono tutti i giorni. Simoron è l’unica magia che un europeo moderno è capace di capire e rendere sua.  Tuttavia Simoron impiega tutte le tecniche  del passato.

Che significa 108*27?

Nei testi Veda  si dice che  una persona che vive secondo i principi dei testi sacri, sia capace di vivere 108 anni.
La vita dell’uomo (108 anni) è divisa in 4 stagioni, ciascuna di 27 anni.
1 - la primavera (piacevole)
2 - l’estate (calda)
3 - autunno (triste)
4 - Inverno (freddo)

Ogni periodo di 27 anni è considerato una vita compiuta, e quindi ogni uomo  può avere 4 chance per diventare santo e tornare in casa di Dio.
Il numero 27 è magico, è il numero magico di Simoron.

 Alla domanda: quando si realizzerà il mio desiderio? Il simoronista risponderà: tra 27 (secondi, minuti, ore, giorni, anni...). Non di dice mai se si tratta di secondi .. o anni.

Potete chiamare il paese magico, facendo il numero 27 27 27 27.

Per cui, ogni desidero o affermazione  in Simoron finisce con il numero 108*27.

Coloro che cercano di analizzare e capire Simoron non riescono a realizzare i desideri... per questo devi dirti: sto giocando, e permetti al miracolo di realizzarsi.


Simoron per l'Amore




Il rito delle pantofole per un buon marito

Nel periodo di luna nuova si comprono le pantofole da uomo.- Devono piacere a chi compra, e si scelgono senza fretta. Attenzione alla misura, al colore (secondo i vostri desideri). Niente pantofole scadenti: si dice che una signora  avendo comprato delle pantofole  da poco, in seguito  per molto tempo fosse  sottoposta alle attenzioni dei soggetti poco  presentabili. Si può portare le pantofole  per qualche giorno a bordo di un' auto costosa. 
Lasciare le pantofole nell’entrata per 3 giorni. Passati 3 giorni, a mezzanotte, mettetevi carponi  e aprite leggermente la porta di casa. Con e mani infilate nelle pantofole (rivolte dentro casa), per 27 volte battete  le pantofole contro la soglia di casa. Si può pronunciare il desiderio.
NB. Questo rito spopola in moltissimi siti sull’argomento, è molto seguito e dicono sia molto efficace.

 Il materializzatore universale    

Realizza  qualsiasi intento, anche il più audace.

Servono:
  • Una scatola qualsiasi.
  • Le pile elettriche nuove.
  • I componenti da mettere dentro (il loro numero dipende dal vostro desiderio).

Per esempio:
a)   il componente sessuale: un’acqua di colonia (dopobarba) da uomo
b)   il componente intellettuale: un libro intelligente
c)   il componente  sportivo: tre modellini di auto sportive
d)   il componente estetico: una foto di un bell’attore
e)   il componente materiale: 2000 euro... o quanto riuscite a mettere
Riuniti in scatola tutti i componenti, la si pone in un punto in bella vista, dopo di che si fa una danza Simoron e si pronuncia l’intento (al presente, non al futuro) tante volte quanti anni deve avere il candidato.

L’Ordine:

“Rilasciare alla bella ragazza ..... (nome) il suo Principe,  avente le seguenti qualità: ...... “ Firmato: DIO (o qualcuno che per voi è importante). 


Simoron per il lavoro e i soldi



Fidati della vita. Se stai cercando un lavoro e il tempo passa e nulla cambia, non ti disperare. Forse non è molto facile eseguire il tuo “ordine”; per esempio, prima  il posto che sarà tuo si deve liberare, o forse lo si deve ancora creare...

Una testimonianza

“Simoronia”  funziona! Mio marito cercava un posto ben retribuito, ed io mettevo tutte le notti sotto il lenzuolo dalla sua parte del letto un biglietto con scritto “Un lavoro nuovo ben retribuito”; quando si alzava,  trasferivo questo  biglietto in una delle sue tasche... è passata solo una settimana, e ce l’abbiamo fatta!  L’importante è farlo giocando senza avere l’ansia da risultato”.

La busta d’argento

Prepara una busta d’”argento” (anche di carta stagnola)  con dentro un modulo dove chiedi di assumerti a ....  in qualità di .... E’ bene mettere nella busta anche una foto dell’edificio dove vorresti lavorare, i biglietti da visita, il logo della ditta, ecc. Poi  colloca la busta in vista nel settore nord-occidentale del tuo appartamento.


Le graffette

Compra in cartoleria delle graffette grandi e colorate con le quali ti potrai “unire” alla fortuna, all’amore, ai soldi ecc. Scrivi  su di un foglietto  di carta la parola FORTUNA e attaccalo con  una graffetta alla tua tasca.



Rimuovere gli ostacoli

Se la tua causa è ferma, prova a fare una bella pulizia di qualche elettrodomestico (aspirapolvere, televisore, computer), ma senza fretta, con il massimo amore ed impegno, ripetendo il tuo intento:  come io  tolgo la sporcizia da ..., in questo momento si eliminano tutti gli ostacoli nella risoluzione di .... (la tua causa, o ciò che vuoi ottenere).

La lettera al ... portafoglio

 Prendi una bella cartolina e scrivi: “Ti ringrazio, mio caro portafoglio, per la tua generosità, perché stai moltiplicando  ciò che è contenuto dentro di te, e sei attento a tutte le mie necessità, dandomi tutti i soldi che mi servono. Grazie! Così sia! 108*27”.
Leggi la lettera a  voce altra rivolgendoti al portafoglio prima di metterla dentro.

L’ordine (urgente) n.108*27

A: L’universo
Da: il tuo nome
Ordine: SERVONO SUBITO I SOLDI PER COMPRARE....
Termine esecuzione: SUBITO!
Cosi sia.

Aprire i canali di circolazione monetaria dell’Universo (affermazione)

Io apro tutti i canali di circolazione monetaria e li giro verso di me.
I soldi arrivano a me con facilità, arrivano sul mio conto bancario, nel mio portafoglio. Io amo i soldi e i soldi amano me.
Sono un magnete per i soldi e per il successo.
Cosi sia. Cosi è e così sarà sempre. 108*27!

"VIVI E GIOISCI LA TUA VITA!"




3 commenti:

  1. Ho sempre pensato di potere essere "magica" e grazie al tuo blog sto riaprendo finestre su intuizioni perse nel tempo. Nello specifico del 108*27, nel pronunciarlo devo tenere conto anche dell'asterisco o pronuncio solo le due cifre separatamente? Grazie e buona giornata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRAZIE A TE ALESSANDRA.
      Non credo, penso che bisogna pronunciare tutto senza l'asterisco... almeno io non ho mai letto dell'asterisco, è solo il modo di scrivere.

      Elimina
  2. un grazie speciale per tutto quello che fai per noi e mi piacerebbe tanto conoscerti di persona chissà se tu vieni a Torino ne sarei molto grata e poi volevo sapere se le affermazioni bisogna ripeterli diverse volte un abbraccio di luce namastè Giuseppina

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.