Si è verificato un errore nel gadget

martedì 16 luglio 2013

AFFERMAZIONI PER GUARIRE L'ANIMA


Pubblico alcuni testi da me tradotti che illustrano alcune tecniche di autoguarigione molto in uso  in Russia.



“FONTE DELL’AMORE DIVINO”

... dalle pagine esoteriche del web russo

La fonte dell’Amore Divino è l’energia che ricevete appellandovi a Dio.

Azione: pulizia, allineamento, armonizzazione, saturazione di tutti i corpi sottili. Pulizia dei chakra,  bilanciamento del karma, tutto il sistema energetico  si mette in moto.
Potete mandare le vibrazioni dell’Amore divino  al Pianeta Terra e ad altre persone.

1.    Mettiamoci seduti su una sedia, la schiena è dritta, le mani sono sulle ginocchia. Si può mettere una musica da rilassamento. Chiudiamo gli occhi e diciamo:
2.    “PREGO LA FONTE DELL’AMORE DIVINO DI RIVELARSI” 3 VOLTE O più volte.
3.    Visualizziamo sopra la testa una nuvola o una cascata  d’energia bianca. La facciamo passare dentro la testa, attraverso il Sahasrara, poi nella colonna vertebrale e nel coccige. L’energia poi va nella terra, sotto di noi. Si può anche immaginare una cascata d’energia bianca che ci penetra e va nella terra.
4.     Mentre lo stiamo visualizzando, diciamo:


AMORE. PULIZIA. PERFEZIONE.  3 volte.
Oppure:
AMORE. PULIZIA. GUARIGIONE. 3 volte.

Stiamo così 10-15 min

Ringraziamo Dio e tutte le Forze del Bene per  il loro amore e aiuto.

Essendo nella cascata di luce possiamo non solo pronunciare le parole obbligatorie (amore, pulizia, perfezione) ma anche  chiedere ciò che ci manca (salute, benessere, abbondanza...).
E’ importante mantenere la visualizzazione del torrente d’energia che passa attraverso di voi. E’ anche importante che l’energia, passando, non si fermi da qualche parte del corpo, fatela passare mentalmente e mandatela nella terra.


“ALI D’ANGELO”





Fonte: Andrej Skripka, esoterista bielorusso 
Andrej Skripka





E’ una tecnica che produce intorno a voi forti cambiamenti; vi vedranno in modo diverso,   comincerete ad attirare sia le persone sia  gli animali.  A voi  si rivolgeranno per un aiuto, un consiglio, chiederanno aiuto,  come se voi  foste davvero un angelo.  E’ l’inizio di una  storia davvero forte!

1.    Concentratevi sulla scintilla Divina che è dentro di voi. Sentite  la bellezza, la potenza, la forza dell’amore che emana il vostro Sé Divino, il signore del vostro cuore.
2.    Sentite di essere tutt’uno con questo Sé Divino, dimenticate per il momento di essere incarnato come uomo.
3.    Visualizzate dietro alla vs. schiena LE ALI POTENTI E LUMINOSE, bianche. Cercate di sentirle fisicamente dietro alla vs. schiena.  Sono TALMENTE GRANDI CHE POSSONO COPRIRVI DA CAPO A PIEDI COME UNA COPERTA. Godetele.  Sappiate che queste ali rappresentano la vs. protezione dalle energie negative di tutti i tipi (forme-pensiero, negatività da persone ecc.). Sono sempre con voi pronte ad aprirsi e a proteggervi.
4.    Le ali  possono trasformare anche il vs. mondo interiore, cancellare le vs. paure, sensi di colpa, sentimenti di tristezza, di odio. Loro trasformano la vs. aura,   colmandola di luce bianca e dorata. Lasciate che  questa potenza elimini le tenebre e le trasformi in Luce.
5.    Le ali possono curarvi. Se avete i dolori, lasciate semplicemente che loro vi curino.
6.    Le ali attivano i vs. chakra. Apritele e osservate come va.
7.    Le ali possono ringiovanirvi.  Formate l’intento e chiamatele.
8.    Le ali possono aiutare i vs. cari, coprendo il vs. bambino, o un anziano.
9.    Le ali migliorano la comunicazione con le persone. Coprite con le ali il vostro interlocutore, oppure lasciate semplicemente che loro siano: aumenteranno il vs. carisma,  il vs. magnetismo.
1 Chiamatele quando  sentite una carenza d’energia.

Meditate sulle ali d’Angelo  per  20-30 min tutti i giorni, per un periodo di 21 – 90 gg.
Sentirete quando  diventeranno tutt’uno con voi, e allora vedrete che cominceranno ad aprirsi  da soli senza essere chiamate.






"ELIMINIAMO DA SOLI “L’IMPIANTO DELLA MORTE”!


Fonte: Andrej Skripka (esoterista bielorusso)  

... Per chi crede nei miracoli ed è pronto a vivere per molti anni

... Un giorno  ho avuto la fortuna di conoscere  un ragazzino veggente, Timoteo (chiamiamolo così). Mi raccontò di aver visto un “angioletto” grigio, molto piccolo di statura, alto non più di 20-30 cm,  cercare di mettere al suo nipote appena nato un “impianto”. Timoteo riuscì a impedirglielo.
Questo impianto lui  lo chiama “il gene della morte”, oppure “il gene dell’invecchiamento”.
Probabilmente, l’impianto in questione  rilascia, piano piano, una sostanza che blocca l’attività del timo, e quindi, i processi della rigenerazione dell’organismo che comincia a invecchiare e muore.

QUESTO IMPIANTO – ETERICO – HA LA FORMA  DI SEMILUNA  ROVESCIATA, CON  LE ESTREMITA’ ALL’INSU, VERSO LA CLAVICOLE.
E’ SEMITRASPARENTE.
ALCUNI LO VEDONO SIMILE AD UN AGGEGGIO TECNICO CON SONDE, ALTRI, INVECE, LO PERCEPOISCONO SIMILE AD UNA MEDUSA DI ORIGINE EXTRATERRESTRE.
L’IMPIANTO VIENE STRATTO CON FACILITA’ IN UNA SOLA VOLTA . OCCORRONO 3-5 MIN.

COME FARE?  LINK del video su Youtube  dove viene mostrata tutta la procedura (N.d.T: non occorre capire il russo,  basta vedere i gesti). http://www.youtube.com/watch?v=mpz5x65solo

Immaginiamo di avere una struttura semitrasparente, a forma di mezzaluna, un po’ dentro il nostro corpo, che si stende da una clavicola all’altra.
Mettiamoci davanti al SOLE.
Prendiamo questa struttura con entrambi le mani. Inspiriamo col naso. Espirando cominciamo ad allontanarla, a non più di 1-5 cm. Fatelo il più lentamente possibile!!! La velocità eccessiva provoca dolori nel petto anche ai materialisti irreducibili. STOP!!

Un’altra inspirazione, ed espirando allontaniamo la struttura di altri 1-5 cm. Procedere così finché le mani (leggermente piegate, immaginate di tenere l’impianto tra le dita) non saranno lontani dal corpo a distanza di 25-30 cm. Chi ha fretta potrebbe  sentire dolori  o, peggio, spezzare l’impianto in alcuni frammenti.
Dopo, espirando, tendiamo le mani (con l’impianto immaginario) verso il sole, esponiamolo al sole di modo che la luce solare attraverso le mani ci picchi negli occhi (chiusi).   Stiamo così per 1-2 min, la struttura si scioglierà definitivamente. Ora allontaniamo le braccia dal petto ed esponiamo lo sterno alla luce del sole. La Luce solare guarisce le ferite eteriche. Massaggiamo il petto per qualche minuto.

E’ tutto. Ora osservate il proprio corpo, le sensazioni che sorgeranno (entro 5-6 ore), i pensieri che vi verranno (entro 10-12 gg). Vi sentirete diversi, sarete pronti a vivere con una nuova visione del mondo...
Attenzione! Sono confermati alcuni casi di presenza  di un impianto sgualcito o danneggiato, potrebbe essere già deformato perché avevate già fatto altre pratiche spirituali. In questo caso c’è la possibilità di una sua ricrescita. Testate se dovete ripetere l’estrazione per altri 2-3 volte.



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.