Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 13 gennaio 2014

L'AMORE RUSSO PER L'ESOTERISMO


L'AMORE RUSSO PER L'ESOTERISMO

Il titolo l'ho prso in prestito, dopo aver visto questo interessante video del professor Aldo Ferrari: http://www.youtube.com/watch?v=n6f7Cfeq3bU

E’ con parecchio ritardo – mancando dal mio paese di origine da 25 anni – che mi sono accorta del boom esoterico che investì la Russia  a partire dagli anni 90 -  anni della grande svolta che aveva cambiato il suo destino storico. Essendo l’esoterismo un antico amore anche mio, mi affrettai a recuperare  in fretta i fili che mi legano al cuore esoterico  dei russi.
Facciamo un paragone. 
Se si fa una ricerca di “siti esoterici” su uno dei principali motori di ricerca russo, Yandex,  si trovano  oltre 19 milioni di risultati solo in Russia (da paragonare a novecento mila risultati su Google facendo la  stessa domanda circa i siti in Italia, e a meno di 10 milioni di risultati alla domanda “esoteric sites” – nel mondo, i dati sono di fine ottobre 2013).

Come si spiega l’amore russo per l’esoterismo?

Comincerei dal proprio esempio, ricordando i miei primi passi nel campo. Qualcosa mi spingeva, da adolescente, a raccogliere dei veri “dossier” sui misteriosi ritrovamenti archeologici, sul mito dell’Atlantide, sulla chiaroveggenza, sul poltergeist, e tutto ciò che di misterioso riuscivo a scovare nella stampa sovietica di allora.
Amavo ascoltare e riascoltare un racconto sulla visita di mia nonna, in tempi di guerra, da un grande chiromante che le aveva predetto il destino, poi avveratosi in minimi particolari. Le mie due migliori amiche di un tempo leggevano i fondi dl caffè in una  maniera ispirata ed intuitiva, ed io stessa, malgrado  fossi cresciuta in una società forzatamente atea e avessi avuto, come tutti della mia generazione, un’istruzione scientifica di stampo marxista,   ad un certo punto mi misi a studiare  gli antichi sistemi di cartomanzia... ma non era quello che cercavo... poi approdai alla radiestesia. Era un amore per cose segrete, spesso inesprimibili nella vita di tutti i giorni: un’attrazione irresistibile per molti russi.



Negli anni sessanta e settanta, nonostante le restrizioni, certe notizie  sul fenomeno di Rosa Kuleshova o di Wolf Messing  (sensitivi sovietici di grande talento)  trovavano  sempre un degno posto sulle pagine dei giornali e nei discorsi della gente comune, come pure  quelle sulla guaritrice Djuna Davitashvili che curava i capi del Cremlino nell’epoca pre-perestrojka. 

Quando negli anni Ottanta arrivai in Italia rimasi stupita di quanto poco la gente comune si interessasse di cure naturali o erboristiche.  I libri-prontuari delle ricette erboristiche erano oggetto di desiderio per molte famiglie, e spesso si copiavano anche a mano. Nella vita in Russia ero sempre circondata dalla gente che si scambiava le ricette di antichi rimedi! Andavano alla grande anche i vari “device” per curare i dolori, prodotti da numerosi  inventori. La medicina  tradizionale andava bene, ma segretamente si sperava sempre in qualcosa in più...  qualcosa di diverso.
C’era sempre chi beveva la propria urina in diluizioni omeopatiche, e chi faceva lo stesso con il kerosene. 
Non si trattava dell’arte di arrangiarsi a causa della mancanza dei medicinali in vendita, come qualcuno potrebbe pensare – le farmacie erano abbastanza piene - bensì dell’amore innato dei russi per le cure “alternative...

Da quando mi ricordo, in famiglia sono sempre stata curata con le erbe. Nella  cucina di casa nostra si preparavano continuamente decotti ed infusi per qualcuno di noi o per qualche amico, e quando penso a mia  madre ai tempi della mia infanzia la vedo dosare o filtrare le erbe ...
Si, ma il mio interesse era diretto a qualcosa di “paranormale”... Circolavano le voci che nei laboratori segreti dell’Accademia delle Scienze si facessero degli esperimenti parapsicologici, ed erano vere. Queste ricerche però non erano state ostacolate dalle autorità, tutt’altro.
All’epoca non sapevamo ancora che tutto ciò, in parte, rappresentava un’eco della “fede” esoterico-scientifica  (“cosmismo”) adottata  da molti capi della rivoluzione d’Ottobre che credevano nella sopravvivenza dell’anima e nella resurrezione della carne, nei fenomeni paranormali.
I cosmisti russi dell’epoca bolscevica (G.Fedorov), portavano avanti un progetto metafisico, fondato su una cieca fiducia nella scienza e nell’onnipotenza dell’uomo che se ne avvale, capace di ridare vita ai morti, antenati compresi (dicono che anche il mausoleo con la mummia di Lenin fosse costruito in attesa del grande evento).

Nikolaj Roerich "La bandiera del mondo"; "Il guaritore Pantelejmon"

Per capire da dove viene questa seta di trascendenza dei russi, che i settant’anni di comunismo non sono riusciti a cancellare, prima è lecito fare una domanda: che cos’è l’esoterismo?
Prima di tutto, è un termine generale per indicare le dottrine segrete cui insegnamenti sono riservati agli iniziati, ai quali è affidata la possibilità di rivelazione della verità occulta.  Alcuni confondono l’esoterismo con qualsiasi dottrina occulta, altri  - con  l’”exoterismo”, ma pochi hanno le idee chiare riguardo entrambe le cose.
Le verità esoteriche non possono essere rivelate nelle sfere socio-culturali perché si riferiscono agli stati superiori della coscienza  e della vita umana in generale; mentre ciò che può essere espresso nella lingua comune, è, per definizione, “exoterico”.  Le varie confessioni religiose diffondono le dottrine Exoteriche.
L’esoterismo, secondo alcuni sociologi russi odierni, potrebbe essere definito come  una forma di pensiero alternativo, portante delle verità indirizzate prima di tutto all’uomo stesso e, tramite l’uomo, al mondo esterno.
Secondo questi ricercatori, la contrapposizione tra la  sacralizzazione  e la  secolarizzazione, da una parte, e lo sviluppo della scienza dall’altra, hanno cambiato anche il ruolo dell’esoterismo, portando al dialogo tra le forme  della conoscenza esoteriche e la razionalità scientifica.
Come risultato,  il moderno esoterismo  viene costruito sulle idee degli scambi energetico-informazionali globali.
E cioè,  l’attuale boom russo che riguarda le discipline bio-infiormazionali si fonda su due pilastri: l’innata attrazione dei russi per l’oriente e l’esoterismo, e la scienza che  guarda sempre avanti.
Ha ragione  il prof. Aldo Ferrari, studioso della storia e cultura russa e caucasica e autore di molti libri pubblicati in Itala: la cultura russa è vasta come il paese stesso, l’attrazione del grande Oriente che le terre russe toccano da sempre, è irresistibile, e molti russi si sentono appartenere all’Eurasia, una misteriosa terra “che non c’è” ma che è sempre esistita come  Mito.
L’esoterismo, in quanto parte dell’antica anima umana,  in Russia ha dato frutti singolari: basterebbe  citare due nomi: E.Blavatski (Elena Blavatskaja) fondatrice della Teosofia, e G. Gurdjieff: russa la prima e il cittadino dell’impero russo il secondo.  A questi due nomi va aggiunto quello di Nikolaj Roerich, un grande pittore innamorato dell’Oriente mistico e magico, vissuto a cavallo tra il XIX e il XX secolo, autore di tele di una bellezza strepitosa, dalle tinte forti e trascendentali. 


Indubbiamente,  il pensiero esoterico  rappresentato da questi celebri personaggi  aveva le radici antiche,  avendo assorbito  sia gli elementi del misticismo primitivo (rappresentato dal paganesimo degli antichi slavi con il loro panteismo e la mitologia del Cosmo “grande padre di tutto”) sia  le idee scientifiche  sorte all’epoca.






Il boom esoterico odierno con i suoi mille rivoli, ma che è la sintesi tra le radici storiche dell’esoterismo russo  e le idee “New Age”, significa l’apertura e crescita di:
-       - centri spirituali di carattere esoterico che riconoscono tutte le religioni, comprese le idee della teosofia e dell’antroposofia;
-       - società filosofico-esoteriche;  scuole buddhiste che praticano la meditazione;
-       - scuole e correnti che si occupano della guarigione spirituale;
-       - scuole di parapsicologia ( Bio- e Cosmo Energetica, training psicologico, psicologia trans personale, Simoron, Eterling ecc.);
-       - scuole di magia e le scuole sciamaniche;
-       - numerosissimi  portali web e forum esoterici.



1 commento:

  1. Nicolaj ROERICH torna tra noi nell'80° Anniversario del Patto di Pace Roerich da lui firmato nel 1935 alla Casa Bianca ed inizia proprio da Roma e dall'Italia con la Camera delle Culture dei Popoli sotto l'Alto Patrocinio di S.A.R.I prof. Antonio Tiberio Dobrynia di Russia, il Progetto " 2015- La Via della Pace Roerich " che vuole dimostrare che l'Eurasia è una Terra meravigliosa e misteriosa degna di essere conosciuta, rivalutata e sviluppata da tutti i Popoli quale prezioso, magico
    Tesoro dello " Scrigno dell'Umanità ".
    ADRIANA QUATTRINO Presidente del Philanthropy Trust cell. 3776900293
    www.imperialclub.net

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.