Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 18 luglio 2014

"LA FATTORIA". UN SAGGIO SULLE VIBRAZIONI UMANE DI MAXIM MONIN




Propongo il saggio di un blogger esoterico-scientifico russo, Maxim Monin, quanto mai attuale adesso, all'epoca della "rana bollita" (ricordate Noam Chomsky?)

L'ho tradotto con poche abbreviazioni.





Diciamo che delle entità negative  vivono nelle altre dimensioni e si nutrono di un certo tipo di energia. Come dovrebbero procurarsela?
La soluzione più semplice è fare i parassiti, spingendo delle altre entità a generare l’energia  per il proprio nutrimento.
Ma dal punto di vista globale, è più facile costruire una FATTORIA con i donatori di energia, e farla funzionare. Si tratta dell’energia mentale, dell’energia della coscienza.

La coscienza di qualsiasi essere vivente è un generatore che produce una banda di frequenze. LA COSCIENZA VIBRA. La banda di frequenze dipende dagli avvenimenti esterni e dal lavoro della coscienza stessa.
Le emozioni negative generano le vibrazioni basse;  le emozioni possono persino essere misurate  in Hertz.
Ma mi sembra che la cosa sia più complicata. Quali sono  le vibrazioni di una risata, di un orgasmo?.....
Inoltre, le vibrazioni della coscienza non sempre si accompagnano dalle emozioni. 
Le vibrazioni della coscienza esistono sempre, e cambiano a secondo del pensiero.
I santi hanno una corona di luce sopra la testa: così si  vedono le vibrazioni ad alta frequenza...nella banda visibile.

Ho fatto qualche esperimento  con le vibrazioni: mi sembra che L’AMPIEZZA SIA COLLEGATA ALLA FREQUENZA: più si vede e più la frequenza è bassa; le basse vibrazioni hanno una grande ampiezza e bassa frequenza.

Il contrario succede per le vibrazioni alte.
In altre parole: tutte le emozioni “a scoppio” sono delle vibrazioni basse della coscienza, trasmesse al livello del corpo, e la forza dei movimenti del corpo è collegata direttamente alla forza della coscienza fuori controllo.
Perciò, mi sembra che le emozioni come una fragorosa risata possiedano  una componente vibrazionale simile alle emozioni dell’ira. L’orgasmo è un’esplosione di vibrazioni basse mascherata dall’estasi di tutto il sistema nervoso.
In generale, molte perdite sono MASCHERATE come  godimenti. Così diventano ATTRAENTI.

A parte il lavoro di mantenimento delle principali funzioni vitali, il corpo vibra in diverse sue parti, e si può vederlo nei momenti del pieno rilassamento. La corrente dell’energia che corre lungo il corpo si blocca da qualche parte, e allora il corpo vibra.
A dire il vero, ve ne accorgete soltanto perché  nei momenti di relax/calma la frequenza delle vibrazioni della coscienza  cresce e il flusso energetico che attraversa il corpo si trova ancora in altra frequenza, finché non ritorni nello stato di rilassamento.

Il rilassamento, la calma sono le tecniche per spostare le vibrazioni sulle frequenza più alte. Ma non fino all’infinito; ognuno ha le proprie soglie minime e massime.
Come allargare la banda delle vibrazioni, oltrepassando la sua soglia massima?
Uno dei fattori è L’APERTURA, LA CAPACITÀ DI PERCEPIRE LE VIBRAZIONI ESTERNE. Uomo possiede un sistema di chakra, è una sorta di strumento musicale che suona su certe vibrazioni, ma può essere accordato, migliorato.

E ognuno  ha i propri punti deboli, ovvero le corde che, una volta azionate, sono capaci di provocare delle reazioni. Queste reazioni sono collegate all’incapacità di accettare qualcosa,  provocando una risonanza a basse vibrazioni. Più corde simili ci sono, più è facile  sbilanciare  una persona...
LE FISSAZIONI E LE ATTESE.
Qualsiasi attesa è simile ad una corda  tesa e trattenuta. A volte diventa ancora più tesa (se il desiderio cresce). Di tanto in tanto la corda viene rilasciata, dopo di che arriva una vibrazione di grande forza e ampiezza.
Se lasciate andare le attese accettando gli avvenimenti,  tutto ciò non succede, la coscienza non salterà in un’altra banda.

L’ORGANIZZAZIONE DELLA FATTORIA

La fattoria deve essere multipurpose, includendo tutte le sfere. E ‘ auspicabile che la fattoria venga  gestita dalle persone stesse, senza le spese energetiche per una gestione esterna.

Uno dei fattori principali è la LIMITAZIONE DELLA CONOSCENZA. Una vera conoscenza permette di capire il funzionamento dell’Universo e di accordarsi con esso.
Invece, si propone una somma delle conoscenze fasulle, un’incomprensione e la paura che ne è generata.
Per far funzionare la fattoria occorre controllare e sviluppare la scienza secondo le direttive adottate.  Si può semplicemente eliminare fisicamente tutti i portatori delle conoscenze vere, così come aveva fatto l’inquisizione.
E occorre limitare GENETICAMENTE le capacità di pensare e di riflettere.
Uno dei mezzi  è LA CHIUSURA DEL CANALE CHE COLLEGA CON IL SÉ SUPERIORE, per minimizzare l’afflusso diretto delle conoscenze.
Si è lavorato sul DNA, spezzando alcuni suoi rametti e modificando alcuni cromosomi. Inoltre, sono stati rafforzati alcuni elementi, tipo “il nodo della gelosia/invidia” e, al livello dei programmi primari, agli uomini fu inserito “l’istinto sessuale insaziabile”, mentre  le donne spesso possiedono “l’insaziabilità nel piano materiale”. 
I programmi primari sono difficilissimi da correggere.

Se la scienza non può essere fermata, allora è bene che vada su un BINARIO FALSO. Tipo, la difesa delle teorie come quella di relatività di Einstein.
Mentre le tecnologie come elettronica  sono molto comode perché permettono  di realizzare  il sistema dei mass media sotto controllo, TV, radio, o di creare  la rete mobile/wi-fi e altro che nuoce alla salute.
Il sistema dell’istruzione  deve fornire quelle conoscenze che sosterranno il sistema.


Un altro passo è la creazione di un SISTEMA DI DISUGUAGLIANZA tra gli uomini.

Si chiama la “civilizzazione”.  Significa  passare dallo stato  della vita in armonia con la natura allo stato del controllo sulla natura, al controllo sulla distribuzione,  al concetto della proprietà. Si introducono i soldi  come strumento dello sfruttamento del lavoro altrui, di controllo.

Il 90% della popolazione va tenuto allo stato DI SEMI-POVERTÀ. Solo allora  le persone si troveranno a dipendere totalmente dai fattori che devono mettere i paletti.
E allo stesso tempo avranno delle illusioni di avere qualcosa e la paura di perdere ciò che si hanno.
Gli altri saranno illusi dalla prospettiva di fare carriera e di accedere ai beni che potranno distribuire comandando i poveri. 
Il tutto sarà totalmente controllato da un potere gerarchico. Insomma, agli uni saranno assicurate le sofferenze, e agli altri la lotta con i propri simili. 
Servono gli strumenti di potere: l’esercito, la polizia, la finanza...



La società va tenuta insieme in nome di un nemico esterno o interno da combattere. L’energia della paura/estasi per via delle uccisioni dei suoi simili è un ottimo rifornimento di energia. Inoltre, le guerre azzerano l’accumulo dei beni e fanno ricominciare tutto daccapo.

La lotta interna si traduce nell’aderenza ai partiti/leader/religioni; e non importa che ideali questi propongono, l’importante è  educare a odiare gli ideali degli altri.
Occorre indebolire la popolazione,  agendo sulla  forza della volontà e coltivando il senso di dolore.

Si fa così. Primo:  creare un sistema INSANO di alimentazione e della vita in generale. Offrendo le culture  da coltivare che l’organismo difficilmente potrà trasformar e depositerà ciò che è indigesto come rifiuti inorganici (malattie). 
Secondo:  creare la scienza medica capace di ILLUDERE di poter guarire, lottando contro i sintomi e non contro e cause.

MOLTIPLICATEVI!
Significa la stimolazione della quantità delle coscienze (generatori di energia) + lo scarico dell’energia sessuale.

Bisogna  dipingere nelle menti della gente le scene improbabili basate sull’immersione nella materialità e nel possesso dei beni, stimolare il desiderio di possedere e limitare le possibilità di averle.
Si finanziano soltanto quei programmi che sostengono il sistema delle limitazioni, accrescendo il numero dei desideri irrealizzati.

Un altro elemento in aiuto è il sistema dei GIOCHI D’AZZARDO, computer games, e anche il sistema delle tifoserie.



La TV va riempita di notizie terribili, di film con scene di violenza. Simpatizzando ai protagonisti, ai loro drammi e o alle loro gioie, lo spettatore deve desiderare di  cambiare la propria vita. Il sistema dei programmi di divertimento  deve estrarre un mucchio di risate, mostrando il comportamento stupido.
La musica... qui sono preferibili le ottave basse, la gente deve entrare in risonanza con le FREQUENZE BASSE....

E poi la vita va organizzata secondo la CONSUETUDINE. Alzarsi presto, andare a lavorare /a studiare secondo gli orari. Questo crea nuove limitazioni, e distrugge i ritmi naturali.

E’ una scelta individuale – irradiare la paura o l’amore.

Dipende solo da noi che tipo di vibrazioni  butteremo nell’ambiente. La questione della “mungitura” è molto semplice: finché c’è il latte ci saranno i suoi consumatori, le entità che lo vorranno, e ci saranno le “fattorie”. Il cambiamento dello sfondo generale delle vibrazioni comporterà o la loro incapacità di nutrirsi, oppure il passagio sulle frequenze più alte.

LA PAURA ALIMENTA LA PAURA, E L’AMORE ALIMENTA L’AMORE.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.