Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 18 agosto 2014

"VI RACCONTO IL PIU' IMPORTANTE SEGRETO GALATTICO"




dal Blog di Lenni Rossolovski (19.11.09)


Nota: avevo già pubblicato  vari articoli del mio maestro Lenni Rossolovski, e in particolare quello dove lui racconta del suo cammino spirituale. Questo brano tradotto dal suo blog spiega ancora meglio la sua personalità e il suo modo di vivere la vita.  Si può predicare  la via della rinuncia per gli altri continuando ad accumulare ricchezze, e si può scegliere davvero una strada diversa. Lenni anni fa aveva abbandonato molte cose che ci tengo ancorati ad una casa, ad un lavoro, ad un certo benessere, ha scelto anche l'esperienza dell'emigrazione come esperienza spirituale, per conoscere altre mentalità. 
E' pronto a condividere le sue conoscenze, a dare, e soprattutto, a fare da guida in un mondo  di frequenze che ci sintonizzano sulle realtà dello spirito e su quelle del nostro Pianeta.
................................................................................. 

Da sempre l’uomo si chiede: qual è il senso della vita, come viverla, come realizzarsi, come raggiungere la felicità... Siamo già abituati a non aspettare delle risposte a queste domande, pensiamo che i misteri dell’Universo rimarranno tali. Ma non è vero: capire il senso della vita e realizzare se stessi nella vita è possibile, e anche oggi. 
Vorrei raccontarvi dell’esperienza  sulla percezione alternativa della vita.

La prima cosa che serve è sentirsi una parte dell’Infinità. 

Fermatevi un attimo e pensate a voi stessi come ad un abitante non della Terra ma della Galassia, siete una sua parte e siete fatti della sua stessa sostanza. Sentitevi fisicamente una parte dell’Universo. Dopo di che stendete dei fili immaginari: partono dal vostro corpo verso tutti i pianeti del sistema solare e verso il  centro della Galassia. Non appena lo farete, sarete liberi dalla prigionia del vostro corpo.
La maggioranza dei problemi dell’umanità sta nella sua provincialità: non riusciamo a vedere più  lontano del pianeta. La nostra civiltà  non si ricorda più di essere parte dell’Universo. Ciò era ovvio per gli antichi maya è stato dimenticato da noi odierni.

Il nuovo è il vecchio dimenticato.
Il tempo. Il tempo è il ritmo. Dopo esservi sentito parte dell’Universo, dovete cominciare a vivere in armonia con i ritmi cosmici. L’umanità prima lo sapeva (la preghiera di un monaco non è altro che la sintonizzazione sui ritmi  celestiali (cosmici). Pensate: vicino al nostro pianeta viaggiano decine di  corpi celesti, e ognuno possiede il proprio ritmo. Anche una persona distante dalla fisica capirà che stando qui, noi risentiamo i ritmi del movimento del Sole, della Luna, dei pianeti. 
Poi,  aggiungete i ritmi  nascosti ma ancora più potenti – quelli delle galassie (della nostra e di quelle vicine). E ancora: ci sono i ritmi del continente, del paese, della regione, della città e anche del singolo appartamento. 
Chi viaggia sa: in ogni luogo del mondo la percezione della vita cambia, la coscienza  subisce l’influenza dei ritmi locali. 

Come sincronizzare la coscienza con il mondo? Esiste un modo certo e accessibile a tutti per sincronizzare la coscienza  sulle frequenze dell’Universo? 
Si. Gli scienziati hanno stabilito che, indipendentemente dalle tradizioni religiose o spirituali, la frequenza del cervello dei guaritori, dei credenti, dei sensitivi, degli sciamani, durante la seduta o durante la preghiera si sincronizza sulla frequenza di Schumann.
Accordandovi con questo ritmo, acquisterete l’armonia nel mondo  che vi circonda e potrete anche ricevere le conoscenze direttamente dallo spazio. 

Quando comincerete a ricevere queste conoscenze, capirete presto che è difficile, se non impossibile esprimerle. Si tratta delle conoscenze “ermetiche”  che contengono l’informazione di certi ritmi indescrivibili. Soltanto riproducendo un certo ritmo si potrebbe trasmettere tale informazione; le parole qui sono inutili. 

E’ proprio per questo all’improvviso una canzone diventa un mega heat oppure un libro diventa bestseller mondiale: non si tratta  del senso logico di un testo; si tratta del suo componente vibrazionale  (ritmo). Proprio questo ritmo contiene  una verità  che non può essere trasmessa verbalmente. 

Rinunciando  alla percezione logica,  scoprirete un’altra realtà – il mondo della conoscenze vere.
Sintonizzando la vostra coscienza sul ritmo cosmico comincerete ad orientarvi in un’altra realtà: imparerete a capirla e a realizzarla nel mondo. D’un tratto capirete le cose molto semplici. Questo significa che dopo esservi percepiti una particella del grande mondo vi libererete dalla paura della morte. Capirete che il mondo non può annientare se stesso.

Abbiamo paura della morte perché  ci contrapponiamo al mondo. Solo rinunciando a questa contrapposizione si vince la morte.
Capirete anche che ogni essere cosciente possiede un compito.
Capirete che dare, regalare, aiutare gli altri è un modo per apportare l’armonia cosmica nel nostro piccolo mondo terrestre.
E’ questo il senso della vita: diventare conduttore delle conoscenze supreme.
Per questo noi nasciamo nel mondo; per eseguire questo compito non facile ma interessante.

Purtroppo, per la maggioranza degli umani questo rimarrà un mistero irrisolto. Accumulando più ricchezze l’uomo diventa sempre più infelice. La causa? Sta nella materializzazione della spiritualità, il che contraddice le leggi dell’Universo. La materia è un derivato dallo spirito, si può trasformare lo spirito in materia soltanto per moltiplicare lo spirito, e nemmeno questo può essere l’ultima finalità.
Provando una fugace soddisfazione  per aver posseduto una ricchezza, una persona inizia a inseguire questa sensazione, ed è condannata a non riuscire mai a riempire se stessa.  Chi apporta la disarmonia nel mondo, soffre di più. Il senso della vita sta nel contrario, e questa saggezza antica e ben espressa nel comandamento cristiano: dare via le tue ricchezze e avrai un tesoro in Cielo.  Ma a essere sinceri, solo pochissimi sono capaci di capire questa semplice (dal punto di vista galattico) verità.

E poi succederanno altre cose interessanti. Quando  sintonizzerete i vostri ritmi su quelli cosmici, vi accorgerete che le persone cominceranno a cercarvi e le vostre relazioni con il mondo diventeranno più sincere, più complete. 
E infine capirete un‘altra cosa importante:  cambiando la vostra coscienza avrete cambiato il mondo; facendolo diventare più buono: avrete trasmesso l’informazione ricevuta dal profondo del cosmo non in forma verbale ma sotto forma delle vibrazioni sottili. 
E questo,  dopo essersi diluito nel mondo, ritornerà da voi: sarete più felici.
Non importa quello che state facendo, ma la vostra attività lo risentirà. Costruite una casa, scrivete un articolo, giocate con un bambino; in un certo senso, ogni vostro passo diventerà sacro, come lo sarà ogni vostra azione.  
La sacralità è una cosa molto semplice.  Significa diventare la guida  negli scambi tra un mondo e altro. Ognuno di voi potrà diventare un po’ Dio, un messaggero della spiritualità.  E qui che troverete la vostra felicità.

La cosa più importante è capire  che il senso profondo sta non nelle parole ma nei ritmi che queste parole esprimono. Anche il senso di questo articolo, non sta nel suo significato in parole, sta nei suoi ritmi. Per questo potrete essere d’accordo o contestarlo quanto volete: il suo senso profondo non cambierà. Questo senso esiste in un’altra realtà che non c’entra con la logica del nostro mondo. Ricordatevelo: la felicità, l’armonia, la bontà sono accanto a noi, basta tendere la mano e ci sarà dato. 

E ora vi scoprirò il segreto galattico più importante: non cercate di cambiare questo mondo con un attacco frontale, questo porterà all’aumento della sofferenza.  Cambiate il vostro mondo interiore, la vostra coscienza, è l’unico modo per cambiare anche il mondo. Una rivoluzione esteriore non risolve nulla, lo farà soltanto una rivoluzione della coscienza.
Cambiando voi stessi avrete cambiato il mondo.

Buona fortuna!
Con sincerità, Lenni


2 commenti:

  1. Bellisiimo articolo e ottimi insegnamenti! Grazie.

    RispondiElimina
  2. Grazie 1000
    Mi fa stare molto bene l'accogliere le vibrazioni di questa lettura.
    Un abbraccio forte
    giulio

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.