Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 4 settembre 2014

10 MALATTIE TRASMISSIBILI SPIRITUALMENTE



....Traduco un interessante post sulla pagina dell'Advanced Mind Institute. Pochi me parlano. Lo dobbiamo sapere tutti.
...................................................................................................
1. FAST FOOD SPIRITUALE
Se la spiritualità si mischia con una cultura della velocità, di multidirezionalità, di una soddisfazione immediata, abbiamo il fast food spirituale. E’ il frutto di una fantasia comprensibile e largamente diffusa, secondo la quale è possibile smettere di soffrire facilmente e in fretta. Ma deve essere chiaro: una trasformazione spirituale non si raggiunge in fretta.
Nota:... a me sembrai che i termini “veloce” e “semplice” s’incontrano molto spesso nei titoli dei libri sull’argomento. Una guarigione rapida, una trasformazione quantica... altrimenti non si vende... il mercato detta le leggi. Lo dirò ancora una volta: le tecniche facili servono, perché permettono di entrare nell'argomento, ma è come spolverare i soprammobili e credere di finire, mentre i muri sono pieni di muffa. Vanno bene per cominciare a guardarsi intorno... nessuno mi può convincere del contrario )))
2. SPIRITUALITA’ FINTA
Quando una persona parla, si veste e agisce come immagina che farebbe una persona spirituale. Più o meno, come la stoffa dal disegno leopardato imita la pelliccia di leopardo vero.
Nota: ne vediamo diverse...
3. MOTIVAZIONE CONFUSA
Anche se la nostra aspirazione a crescere è sempre vera e pulita, spesso è contornata dalle motivazioni più basse, come il desiderio di essere amato, di appartenere, di riempire un vuoto interiore, di eliminare le sofferenze, di essere una persona particolare, unica nel suo genere.
4. IMMEDESIMAZIONE CON LA SPIRITUALITA’
Quando l’Ego si immedesima con l’esperienza spirituale e se ne impossessa. Cominciamo a credere di incarnare la spiritualità. Nelle persone che si credono illuminate o diventano i maestri spirituali, queste malattia si trattiene a lungo.
Nota: chi non ha mai incontrato certi palloni gonfiati, su questa strada...?
5. SPIRITUALIZZAZIONE DELL’EGO
Succede quando la stessa struttura di una personalità egoistica si immedesima nelle idee e concetti spirituali; il risultato è una struttura egoistica “blindata”, invulnerabile e chiusa alla nuova informazione o un feed-back costruttivo. La nostra crescita spirituale si ferma - in nome della spiritualità.
Nota: chi ha fatto molto corsi e ha incontrato certi guru, ne sa qualcosa.
6. PRODUZIONE DI MASSA DEI MAESTRI SPIRITUALI
Esistono alcune molto pubblicizzate tradizioni spirituali che producono continuamente persone che si credono illuminate o maestri, mentre non lo sono per niente; una sorta di catena di montaggio: un po’ di luce, un po’ di intuito, e via! Sei un illuminato e sei pronto a illuminare gli altri. Il problema non è come li insegnano, questi “maestri”, ma il fatto stesso che loro si presentano maestri.
Nota: )))))
7. SUPERBIA SPIRITUALE
Dopo anni di esercizi, una persona raggiunge certi risultati e non fa più nulla, sentendosi superiore: “Sono meglio degli altri, perché ho intrapreso una via spirituale”.
8. COSCIENZA DI MASSA
Ovvero una psicologia del culto, una coscienza di gruppo, una malattia da “ashram”: i partecipanti del gruppo si accordano, inconsciamente, su come parlare, pensare, vestirsi e agire in maniere “corretta”. Chi è infetto di questa malattia, rifiuta coloro che non corrispondono a certe regole non scritte.
9. COMPLESSO DEL PRESCELTO
Si è convinti che il proprio gruppo sia il migliore, il più illuminato, o più semplicemente, è meglio di altri gruppi. Esiste un’importante differenza tra la comprensione di aver trovato una via, un maestro o una comunità e di aver trovato Colui che è Unico.
10. "SONO ARRIVATO" (IL VIRUS MORTALE)
Questa malattia è molto pericolosa, è mortale per la nostra evoluzione spirituale; si è convinti di essere arrivati. Appena questa convinzione si cristallizza nella nostra psiche, la crescita spirituale si ferma.
E’ molto importante capire e riconoscere le malattie dell’ego e le illusioni molto radicate che abbiamo tutti noi. Ci potrà servire il senso dell’umorismo e l’aiuto dei veri amici. Per portare nel mondo i veri cambiamenti, occorre conservare la fede in se stessi e negli altri, e saper superare gli ostacoli.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.