Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 18 settembre 2014

VAMPIRISMO E I CORDONI PSCICHICI






I russi sono molto attivi nel capire e definire i vari tipi di programmi negativi che ci trasmettiamo comunicando tra di noi.
Cercherò di descrivere un po’ con parole mie un lungo articolo sull’argomento “vampiri” energetici.

Durante la comunicazione tra due persone si formano dei cordoni energetici (una sorta di corda fatta di materia sottile che trasmette l’energia e l’informazione), di solito tra i chakra. Il loro tipo dipende da come voi vedete  il vs. interlocutore.
Lo amate: i due cordoni collegano il secondo e il quarto chakra.
E’ un vostro collega e comunicate esclusivamente per  necessità di lavoro: i cordoni solo al livello del sesto, quinto e terzo chakra. 
Più   siete coinvolte, più attenzione dedicate, più sono forti i cordoni invisibili; se non ci prestate molta attenzione: si tratta di pochi fili deboli. 

I cordoni psichici che si formano comunicando  con un vampiro energetico sono diversi, sono molto più forti. 
Questa struttura si forma a causa del desiderio di avere una  vostra risposta (per es., nel casi di un amore non corrisposto). Se tale amore  è soltanto fisico, il cordone si forma all’altezza del Svadhistana (organi sessulai) e Muladhara. Oppure prendiamo una persona che  è invidiosa di un’altra persona, anche senza augurarle del male ("come mai lui sa tante cose e sa fare tante cose, mentre io no"): il cordone si forma  sull’Ajna e Vishuddha. 
Un amore  infelice che genera una tristezza: il cordone è sull’Anahata.

Autovampirismo:  se non siete contenti di voi, non vi amate. Questo sentimento di “non amare” se stessi è capace di fare un buco nell’aura  attraverso il quale la vostra energia  comincerà a disperdersi.

Come vi sentite  se siete vittima di un vampiro energetico:  
- pressione o prurito nell’area del plesso solare;
- mal di testa, pesantezza  nell’area del terzo occhio;
- attacchi di rabbia verso una persona, la persona potrebbe farvi schifo;
- se  siete un filantropo, proverete una compassione verso il vampiro.
(sarebbe la reazione più giusta). 
In ogni caso, si sente spesso una tristezza, si perda la gioia di vivere, in famiglia  si creano delle situazioni conflittuali. 



Come proteggersi:
1. Consigliano di andare in chiesa e accendere una candela (la chiesa rappresenta una struttura energetica capace di ripulire i livelli sottili e di conseguenza, anche quelli fisici).
2. Keep Calm! Mantenete la calma dicendo a voi stessi: “Sono  tranquillo, questa persona è isolata da me”. Mandate alla persona i pensieri d’amore.
3. Ci sono i metodi più bruschi: visualizzare le forbici che tagliano il cordone. Immaginate due cordoni: uno va e l’altro viene.  Gettate verso il vampiro le estremità che rimangono tagliate.   
4. Accedete una candela, e ponetela all’altezza dei propri genitali. Iniziando dal basso (Muladhara) andate in su, lentamente. Dove vi sembra di avvertiore un ostacolo, ci saranno i cordoni. Così tratterete tutti i chakra principali. La procedura finisce  con la candela sopra la testa.
5.      Se state male, fate una doccia di contrasto. Prima l’acqua molto calda, poi molto fredda – e così per 5 volte. 


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.