Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 28 gennaio 2015

INTERNET COSMICO



Oggi leggevo il bel post dell'Advanced Mind Institute che poneva la domanda: "…Esiste Internet Cosmico? Come noi mandiamo i messaggi agli altri, che si trovano a molta distanza da noi? Qual'è il meccanismo che regola queste spedizioni? … Ci sono strutture oltre l'attività elettromagnetica visibile del nostro cervello, che assicurano il funzionamento dei meccanismi che si trovano al di là dello spazio e del tempo".
E poi l'articolo parlava del modello olografico dell'universo e del cervello olografico, e di altre cose interessanti.
Perdonatemi però se non continuo a tradurre l'articolo, in compenso  vi parlerò brevemente di come Pavel ("Le Energie della Guarigione") spiega  gli stessi fenomeni.
Per Pavel tutti noi, essendo esseri fisici e spirituali,  tramite il nostro Sé Superiore, siamo connessi al gradino più basso del Sistema della Mente Suprema, che rappresenta il piano spirituale dell'Umanità, a sua volta collegato  agli altri piani del Sistema, più in alto.
Non riporto qui lo schema, sarebbe fuori luogo spiegarlo in un post, è complesso. Lungo questo  canale che ci unisce viaggiano  tutte le forme-pensiero con le quali ci scambiamo, sia positive sia negative; qui avviene la trasmissione dei comunicati  inconsci, sotto stress, e molti altri.

Non tutti sono però collegati   a questo piano in maniera permanente, solo  circa il 14% dei viventi sulla Terra. Il collegamento, secondo Pavel, si stabilisce al di fuori della volontà della persona, su decisione del Sistema della Mente Suprema, e spesso la persona stessa non ne è a conoscenza. Queste persone non possiedono nessun privilegio visibile agli altri, e spesso nulla le distingue dagli altri.
Chi sono queste persone? Pensate che siano  tutti "maestri di luce"? Nient'affatto. Spesso sono persone normali, persone  semplicemente "rette", quelli che vivono secondo la coscienza,  senza "peccare" (il che  non sempre si può dire dei finti maestri di luce).  A volte qualcuno di loro  regredisce, sbaglia, commette delle brutte azioni, e allora   si torna alla connessione che "va e viene", come per tutti noi.
Del resto,  l'esistenza di questo piano/canale permette di trasmettere dei comunicati alle altre persone (ecco a voi internet cosmico): basta scrivere il messaggio e leggerlo usando una formula speciale; la distanza non ha nessuna importanza.
Per esempio, un guaritore potrebbe trasmettere un'importante informazione al suo paziente. La riceverà? Dipende dal grado di sviluppo spirituale della persona. Se la riceverà,  nella sue mente sorgerà un pensiero suggerito a lui dal  mittente.  Lo stesso dicasi dell'ipnosi. Si può trasmettere brevi comandi tipo "rilassati", "calmati", "immagina", "dimentica", "ricorda"… Il paziente potrebbe trovarsi a 12 mila chilometri, mentre l'operatore  non digita nessuna rata, non aziona nessun circuito; pensa e invia il suo pensiero, e basta. Forse è solo un ritorno a ciò che  l'umanità di una volta aveva già sperimentato.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.