Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 4 febbraio 2015

LETTERA DI UN TERAPEUTA OLISTICO SULLA RADIESTESIA SPIRITUALE





Ho ricevuto questa lettera due giorni fa  per email. 
Con colui che l'ha scritta - che è anche un caro amico -  avevamo già parlato diverse volte per telefono. Gli avevo detto: "scrivi", senza però avere chiare le idee su ciò che avrebbe dovuto scrivere.  Ma ancora prima che glielo avessi detto, anche lui ha avuto la stessa idea. La lettera mi aveva fatto molto piacere ma mi è anche sembrata molto personale. Tuttavia abbiamo deciso di renderla pubblica  (l'ha voluto lui), omettendo il nome. Lo chiamerò semplicemente G..  
"E importante", mi ha detto mio amico G, che è un valente terapeuta. "Coloro che hanno  una vera vocazione di aiutare il prossimo con terapie olistiche devono cominciare da se stessi, ripulendo e proteggendo la propria persona. E soprattutto ne deve seguire una trasformazione personale". 
Di quale PROTEZIONE  parla il mio amico? 
L'idea della pulizia/protezione dei corpi sottili non è nuova,  molte tecniche sono in voga, con risultati  vari. 

G. ha voluto seguire   le indicazioni di Pavel ("Le Energie della Guarigione") che continua a sviluppare il metodo di guarigione tramite la radioestesia e in base al concetto  del biocomputer umano. 
Sintetizzando si può dire  che questa protezione si base su una  attiva collaborazione con il proprio Sé Superiore inteso  come sintesi degli elementi mortali e immortali dell'Uomo (Spirito-Anima-Subconscio). Tramite il nostro Sé Superiore riusciamo a respingere in arrivo tutti i programmi negativi di carattere informazionale, facendo passare solo l'informazione positiva.  E come sostengono gli autori della radionica russa, a partire da L.G.Puchkò,  la programmazione negativa è alla base di tutte le patologie umane e di tutti i problemi psichici e psicologici. 
Mettendo una protezione permanente (supportata da un Sé Superiore MATURO E CONSAPEVOLE, attenzione!) mettiamo una sbarra all'arrivo delle future patologie. E, come risulta dalla lettera di G., non solo, si ottiene una sempre maggiore consapevolezza su dove andare, su come evolversi.

I metodi della radionica russa presentano forse una barriera naturale  per coloro che pensano che si possa diventare "maestri di luce", o almeno i bravi discepoli dei suddetti maestri, senza faticare,  senza lavorare su se stessi, coloro che saltano da una pratica olistica all'altra senza sapere bene dove vogliono andare: questi metodi sono basati sulla radioestesia "tosta", su una attenta ed impegnativa analisi radioestesicsa di buona qualità. Che non ammette approssimazioni. 
Un altro discorso è la tecnica per guarire: col tempo molti di noi hanno sviluppato tecniche proprie, spesso molto facili ed originali. 

Una radioestesia spirituale non è lanciare il pendolo per chiedere  se lui o lei "ama", non è curiosare tra i difetti o pregi del carattere di un amico. Non è  nemmeno misurare l'energia in Bovis di vari luoghi e oggetti. E' un mezzo per collegarsi sempre di più con il proprio Sè Superiore. 


E questa è la lettera: 

"Sono un Terapeuta; lavoro con pazienti anche molto malati, soprattutto oncologici.
Mi avvalgo non solo dei metodi di cura "classici", ma anche di sistemi cosiddetti alternativi (fitoterapia clinica,omeopatia
terapie emozionali), insomma, di tutto ciò che serve per costruire un protocollo "ad personam".
Per questo ho studiato negli anni (e continuo a studiare) medicina tradizionale cinese, ayurveda, visologia clinica, tutte tecniche semeiologiche che se ben utilizzate fanno fare al terapeuta un grande salto di qualità, e molto altro.
Anche la Radiestesia e la Radionica sono mie "compagne di vita".
Non sono mai stato particolarmente religioso nè osservante, ma anni fa ho cominciato a far precedere il mio lavoro quotidiano con semplici preghiere di ringraziamento per successi terapeutici ottenuti; poi e' diventata una salutare abitudine.
Ho conosciuto Olga, ho frequentato i suoi seminari e siamo diventati amici.
A Giugno finalmente sono riuscito a mettere la tanto desiderata Protezione Spirituale.
Non ho notato grandi cambiamenti all'inizio ma  a poco a poco ho capito che le mie capacità radiestesiche stavano migliorando in termini di accuratezza e precisione, per non parlare di molte intuizioni terapeutiche letteralmente piovute dal cielo.

Tutto e' andato bene fino alla fine dell'anno.

Il 31 Dicembre, pur essendo in vacanza, al mattino ho svolto come sempre le mie pratiche Spirituali, ringraziando
Dio e le Forze del Bene per i Doni ricevuti e sono stato davvero felice per i Risultati ottenuti.
Verso sera sono iniziati i festeggiamenti, ma purtroppo ahimè, non ho fatto i conti con la mia modesta sopportazione all'alcol. Per meglio dire in altri tempi tale tasso alcolico l'avrei gestito benissimo, ma salendo la Scala Spirituale si diventa molto sensibili a certi cibi e agli alcolici (infatti negli anni sono anche diventato vegetariano).
Purtroppo, mi sono lasciato andare a comportamenti diciamo "non decorosi e pericolosi", e la protezione si e' rotta.
Il mattino dopo ovviamente non stavo bene, ma invece di migliorare nelle ore successive, sono stato pervaso da una profonda tristezza e angoscia. 

Ho chiesto informazioni ai miei Aiutatori di Luce e Bene attraverso il pendolo e purtroppo, la triste notizia riguardo la protezione. Ho sentito subito un cambiamento negativo nel grado di attendibilità dei risultati radiestesici: stavo precipitando in basso, e tutti i risultati ottenuti si stavano annullando. I giorni successivi sono stati anche peggiori perché non riuscivo ad addormentarmi, letteralmente sentivo entità che erano entrate, come Olga mi confermrà qualche giorno dopo  nei corpi astrale e causale e fra il Sé Superiore.

Finalmente il 4 gennaio sono tornato a casa e ho cominciato la lenta opera di "ricostruzione Spirituale"
Fino a quando non ho rimesso la Protezione ho fermato le mie ricerche radiestesiche e i Test Kinesiologici sui pazienti, perché sono sicuro, sarebbero state non attendibili, trovando scuse e spostando il più possibile le visite.
Adesso sto di nuovo bene, anzi meglio di prima perché da questa dolorosa Lezione ho capito molte cose.

Innanzitutto nonostante fossi rispettoso per i risultati ottenuti, e ringraziando quotidianamente non avevo capito appieno il grande Dono che mi avevano fatto le Forze Superiori: quando si sale di livello Spirituale necessariamente abbiamo anche più DOVERI SPIRITUALI e la nostra vita deve essere più RETTA.
Quindi sono stato messo alla PROVA: che purtroppo non ho superato.
La caduta, la sofferenza, la risalita faticosa, assistita comunque sono sicuro dalle Forze Superiori, mi hanno permesso di raggiungere un nuovo livello di Consapevolezza e maturità, trasformando una situazione estremamente negativa in una condizione molto positiva.

Ho capito anche che la Protezione  e' anche un potente mezzo di EVOLUZIONE  PERSONALE, se e' seguito da pratiche Spirituali.
Tali pratiche non sono difficili e non sono richiesti comportamenti da fanatici religiosi e si riassumono semplicemente nel Pregare con CUORE PURO. Se questo e' soddisfatto, Qualcuno dal "piano di sopra immediatamente si interesserà a noi e poco a poco si farà sentire o vedere con sogni, coincidenze, desideri realizzati.
Nel mio caso si è sviluppata nel tempo  la Chiaroudienza, che mi aiuta molto nel mio Lavoro.

Ma attenzione, non ci sono i tanto sperati "salti quantici" tanto cari alla letteratura new age, ma solo piccoli ma essenziali passi quotidiani che portano a un sicuro e inesorabile Salto di Qualita' qualunque sia l'attività dell'utente che sceglie di proteggersi.

Una protezione, fatta genericamente senza un proseguo Spirituale non porta molto lontano: e' come avere una Rolls Royce in garage e non usarla mai. Con con il tempo si rovinerà.
Sono convinto poi che per fare una radiestesia di qualità sia INDISPENSABILE  la Protezione: come può un radiestesista arrivare a risultati sicuri con i corpi sottili sporchi e con entità nel Sé Superiore ?
Sarà sempre un radiestesista mediocre!


Ho capito tutto questo "cadendo vertiginosamente" e sono qui umilmente per testimoniarlo.


PROTEZIONE + PRATICHE SPIRITUALI QUOTIDIANE=RAPIDO PROGRESSO NELLA DIREZIONE VOLUTA DAL NOSTRO SE' SUPERIORE


Grazie infinite a Pavel per il Suo prezioso Lavoro e Grazie a a Olga  per le Sue appassionate traduzioni, senza di Lei questa Lettera non avrebbe potuto prendere forma

 Con Osservanza e Affetto   -   G".




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.