Si è verificato un errore nel gadget

martedì 28 luglio 2015

LA SALUTE SECONDO IVAN NEUMIVAKIN (MEDICINA SPAZIALE RUSSA)



I ritmi della vita.

CI DICA, QUANDO BISOGNA MANGIARE PER RISANARSI?

Se mangiate dopo le sette di sera, non sarete mai sani. L’insulina che secerne il pancreas alle 19,  impiega due ore per trattare il cibo. Se avete mangiato qualcosa di dolce, l’insulina non permetterà l’innalzamento del livello dello zucchero oltre la norma. Ma a partire dal 21 il pancreas e lo stomaco devono dormire, e a quest’ora devono essere liberi dal cibo. A questo punto, passeranno la staffetta alla ghiandola pineale che  rilascia la melatonina, alle 23.

La saggezza della Creazione.

Sembrerebbe che tutto ciò non avesse a che fare con la religione. Ma oggi sia la religione sia la scienza giungono alle stesse conclusioni. Alla  base dell’Universo c’è il principio supremo, è all’origine di tutti i fenomeni. Questo principio supremo dovrebbe essere fondamentale anche per l’uomo.
Noi però, abbiamo  travisato anche le leggi supreme, concentrati sul materiale e dimentichi dello spirito.  Se nell’anima il Dio è assente,  si può prendere dalla vita tutto ciò che si vuole senza dare nulla in cambio. Ecco perché c’è troppo caos in noi e attorno a noi.

COSA BISOGNA FARE PER CAMBIARE QUESTO MONDO OSTILE AI NOSTRI SENTIMENTI, AGLI SLANCI DELL’ANIMA?

La sua è una domanda infantile, ma dal senso profondo.
La risposta esiste da migliaia di anni.
Non fate agli altri ciò che non vorreste facessero a voi. Sappiate di essere una particella di tutto, tutto è interdipendente. Facendo del male al prossimo avete fatto del male a voi. Uccidendo con il pensiero e con le azioni  ciò che è intorno a voi, distruggete la vostre basi morali e spirituali.
La devastazione dell’anima conduce alle malattie del cuore, ad una morte prematura. Si può evitarlo smettendo di fare del male, iniziando a fare del bene, vivendo secondo le leggi morali.

IVAN PAVLOVICH, IO SUO METODO DI CURA CON LA LUCE ULTRAVIOLETTA PERMETTE DI LIBERARSI DAI PREPARATI CHIMICI, DI CURARE EFFICACEMENTE LE PIANTE E GLI ANIMALI, DI AVERE  I PRODOTTI PULITI (CARNE, LATTE, FOPRMAGGI, FRUTTA).
MA PERCHE’ QUESTO SISTEMA SALUTARE NON E’ APPLICATO DA NESSUNA PARTE? SI CONFERMA LA VERITA’ DEL VANGELO: NON C’E’ PROFETA IN PATRIA...

Purtroppo, è così.  Ho lavorato per decine di anni nella medicina spaziale  e non potevo occuparmi anche della sanità pubblica, ma speravo che  le persone di buon senso lo facessero. E infatti, terminati tutti i test, il ministero della salute dell’URSS aveva dato l’OK per la loro approvazione. Ma dopo il crollo dell’URSS, e il ministero della salute della Federazione Russa aveva richiesto gli stessi test, ma già a nome suo, perché i risultati dei test “sovietici”  non sarebbero validi. Dove sta la logica?!
Ero già in pensione e non avevo né forze né mezzi per rifare i test, e non avevo degli sponsor. E allora avevo capito che i sistemi di cura  di uomini, animali, piante, suoli, non curano ma distruggono, però danno da mangiare a un mucchio di gente: ai produttori  di medicine, degli erbicidi, della chimica varia.

LEI CHE COSA PROPONE?

Propongo di  promuovere il mio sistema di risanamento. E’ stato bloccato nelle grandi città, laddove esiste una sviluppata rete di  sanità pubblica. In periferia è meno forte e si potrebbe iniziare da lì.  E’ stato fatto il progetto che permette al primario di un piccolo ospedale di campagna, insieme al suo staff, di risanare, nel corso di 3 settimane, 25-30 persone. Niente TAC, niente apparecchi: si tratta solo di liberare la gente dalla dipendenza farmacologica.
Al Duma (il paramento russo, n.d.t) questa mia proposta è stata approvata. Ma poi non hanno trovato i soldi per la sua realizzazione.
La rinascita  di una nazione inizia dalla terra, dall’amore per la natura, per tutto ciò che vive, dalla voglia di conservarlo per i posteri. Proprio dalla campagna deve arrivare la salute, e non dai megalopoli dove la gente non sa “dove cresce il pane”.

POSSIBILE CHE NON CI SIA NESSUNA SPERANZA DI VEDERE REALIZZATI I SUOI PIANI CHE PERMETTEREBBERO DI RISANARE TUTTI GLI ESSERI VIVENTI?

Per fortuna, i bielorussi sono interessati. In Bielorussia ci sono ancora la medicina e l’istruzione gratuite,  è ovvio che hanno mostrato l’interesse per il mio sistema che la Russia non ha trovato necessario.
Vorrei credere che da qui potesse iniziare  la rinascita di tutto il pianeta; spero che anche in Russia si troveranno le persone che vorranno regalare la salute ai figli e ai nipoti, e non le malattie e l’ambiente insano...



ALCUNI CONSIGLI DI IVAN NEUMIVAKIN




Neumivakin ha 86 anni ed è sveglio  come un giovanotto; evidentemente lui stesso è il  suo primo paziente...
Ho trovato anche questa interessante informazione.

ACQUA OSSIGENATA

E’ un potente antiossidante  e la produce l’intestino stesso,  se è sano. Lui la fa prendere anche per bocca.
Secondo Neumivakin, alla prossima “peste” annunciata, tipo  l’influenza/virus dei polli o dei maiali, non servono i vaccini. Basta prendere ¼ di  bicchiere d’acqua e aggiungere alcune gocce di ACQUA OSSIGENATA AL 3%.  Come profilassi, si  mettono  delle gocce di questa soluzione nel naso, 2-3 volte al giorno. Questo cura anche lì influenza semplice, normale (da provare.....)



lunedì 27 luglio 2015

ESSERE SANI SENZA MEDICINE E' SEMPLICE! IL SISTEMA DI IVAN NEUMIVAKIN






Il professore Ivan Neumivakin era il capo del programma di risanamento  degli astronauti russi. Nei corso della sua attività ha saputo prendere il meglio della medicina russa e l’aveva arricchito con le sue invenzioni; come risultato, è stato creato un sistema di risanamento unico al mondo, grazie al quale gli astronauti  da più di 50 anni non  si ammalano.
Questa è una delle sue interviste, nella mia traduzione  (con qualche  taglio del testo che è molto lungo):
 ---------------------------------

-      Prima di tutto, io dovevo  capire dove si trova il confine  tra la salute e la malattia, e poi capire, che cosa, dall’arsenale della medicina ufficiale, poteva essere utile nello spazio.  In pratica, nulla.  Dopo che me ne sono andato dal programma, ho cercato di  proporre alla sanità pubblica tutto ciò che avevo trovato utile, ma ho incontrato  una feroce resistenza.

-      QUAL’È LA SUA DISCORDANZA CON LA SCIENZA MEDICA CLASSICA?

-      Siamo una catena di montaggio, e la bocca è una macchina per rimpicciolire e spezzettare il cibo. Dobbiamo non ingoiare il cibo, ma masticarlo  molto bene, praticamente, “berlo”. Avete ingoiato il boccone senza masticarlo. Questo si copre solo superficialmente con l’acido cloridrico che non può penetrare dentro il boccone. Ma la cosa più grave è che questo acido si diluisce con l’acqua bevuta  alla fine del pasto; la sua concentrazione è ridotta e, come risultato, il cibo non si digerisce. Tutto ciò che avete mangiato diventa “scorie”, prodotti di metabolismo non  digeriti.

-      Mangiamo 4-5 volte più del necessario. E tutto il cibo  “in più” è un lavoro per i medici, se non oggi, lo sarà domani.

-      LEI PROPONE DI BERE MENO LIQUIDI?

-      Dipende dai liquidi.  Solo l’acqua “pulita” va nelle cellule; le acque minerali  o gassate vanno prima pulite. Il tè e il caffè  alzano momentaneamente l’energia, ma  aggravano la mancanza dell’acqua.
-      L’acqua “sporca” va nella cellula  che invece di ricevere l'energia deve prima pulirla. Lo sporco si getta via ma di acqua ce ne poca. E l’energia manca. L’assunzione dei liquidi impuri  causa l’arteriosclerosi, lì ipertensione, l’aritmia: questa è la causa delle maggioranza delle malattie.

-      IL CANCRO, L’AIDS?

-      Penso che queste malattie non esistano.

-      COME NO?!

-      CI sono degli stati legati alle scorie nell’organismo. In questo ambiente le cellule vivono in un ambiente putrido e privo di ossigeno. Sono costrette a mutare e a diventare cancerose.  Le cellule cancerose ci sono in qualsiasi organismo, ma il sistema immunitario sano le sopprime. E se l'individuo è debole, queste iniziano a moltiplicarsi e a crescere. In linea di principio, ci servono, perche organismo deve sapere che il male e il bene coesistono.
-      Abbiamo creato un centro di salute dove in tre settimane, senza clisteri e farmaci, purifichiamo l’ambiente interno dell’organismo. Spariscono le malattie  come, per esempio, l’ipertensione.

-      COME LO FATE?

Mangiando molto poco, più delle speciali tisane per pulite il sangie, il fegato, i reni e il pancreas. Due giorni di digiuno e due giorni di tisane.

-      SI DICE CHE DA VOI CURANO CON SUCCESSO IL PARKINSON E LA SCLEROSI MULTIPLA.

-      Si, dopo tre-sei mesi i malati che erano a letto si alzano,  vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti. Il segreto è semplice: hanno saziato le cellule dell’acqua di cui si avvertiva la mancanza. La medicina non nota che l’acqua è il miglior elettrolita, è l’energia; senza l'acqua non funzionano i mitocondri, le stazioni idroelettriche che forniscono alla cellula l’energia.
-      Il primo organo che risente la mancanza dell’acqua è il cervello. Di qui l’arritabilità, il mal di testa, la stanchezza, gli scarsi risultati nello studio.

-      Il cancro e l’AIDS sono le conseguenze e non le cause, se una persona è certa che il cancro è uno stato temporaneo, potrà liberarsene. Deve  prima di tutto capire cosa ha fatto di sbagliato nella vita, capire i suoi errori, chiedere il perdono, e poi credere nella guarigione.

-      LA GENTE SI STUPISCE QUANDO LEI DICE CHE NON C’E’ CUORE NEL PETTO.

-      Il cuore è un motore per pompare il liquido, si trova sotto l’ombelico.

-      COME?!

-      Una persona adulta è alta 150-180 cm. Il liquido sotto la forza della gravità cade in giù, si deve fallo tornare su, e lo fanno i muscoli dentro i quali si trovano i vasi; sono le pompe che spingono il sangue in su. Se il padrone del corpo non lo cura, non fa lo sport, non allena i muscoli del tronco e delle gambe, arriva l’arteriosclerosi, arrivano le varici, ecc.  Il sangue, in presenza delle scorie, si addensa e il cuore deve applicare molti sforzi per  spingere questo sangue.
-      Prima sorge l’ipertrofia del ventricolo sinistro, poi le aritmie, poi l’infarto o l’ictus. Non ce la fa il cuore, a lavorare al posto di più di 500 muscoli che devono pompare il sangue. Il cuore deve lavorare con il cuore non denso ma liquido, pieno d’acqua. Ma nessuno insegna come ottenerlo. Non molti sanno che si deve bere l’acqua 10-15 min prima di mangiare, 1-2 bicchieri. L’acqua supera lo stomaco e si raccoglie nel duodeno, dove si accumulano gli alcali. Quest’acqua non si inacidisce, diventa alcalina.

-      E LE TRADIZIONALI BAVANDE A FINE PASTO?

-      ASSOLUTAMENTE NO. Potete solo sciaquare la bocca.  Dopo aver mangiato la carne, per due ore non mangiate né bevete nulla, i succhi gastrici devono trattare  la carne. Anche perché nella carne c’è qualcosa di utile, noi viviamo nella tavola periodica di Mendeleev e abbiamo  bisogno di vari elementi.

-      Se avete fame – bevete. 
      Dopo aver bevuto, per mezz’ora avrete tolto la fame, e poi bevete ancora. Solo quando avrete una forte fame, mangiate. Se non ne avete, non mangiate, fate riposare l’organismo. C’è ancora del cibo del mattino da  digerire, se butatte sopra dell’altro, il cibo marcisce.
-      L’acqua è il cibo, per ¾ siamo l’acqua. Dobbiamo bere a digiuno 1,5-2 l di acqua fresca. Guardate alcune persone dopo 60-70 anni, quando iniziano a bere circa 2 litri d’acqua, le rughe si stirano e l’intestino lavora bene, le cellule si fanno il bagno  nell’acqua, è la base della loro vita.

-      DOVE SI PRENDE L’ACQUA PURA?

-      Non è quella imbottigliata, che ha il PH 6,5-7.
-      L’acquedotto di Mosca fornisce l’acqua buona. Mettetela alla sera in una bottiglia, la mattina dopo ci sarà un sedimento, anche se invisibile agli occhi. Togliete accuratamente l’acqua di sopra, circa due terzi, e non fatela bollire, portatela solo alle bollicine piccole (è la “bollitura fredda” che conserva la sua struttura per 24 ore). Questa acqua serve alla cellula, non deve spendere l’energia per pulirla, è l’acqua pura che restituisce la salute


   





lunedì 6 luglio 2015

CHE STRUMENTI HO PER PARLARE CON IL MIO SE' SUPERIORE?




Oggi mi è stata fatta questa domanda. 
Coloro che mi seguono da tempo, sanno che è uno dei miei argomenti preferiti, non semplice, e… poco chiaro per molti. Quindi, non sarebbe male scrivere  qualche riga in più. 

Come si fa a collegarsi a qualcosa  che si percepisce come una cosa astratta e poco definita? Impossibile. 
Io ho incontrato qualche persona  che diceva di essere in continuo contatto con il loro Sé Superiore (SS), ma visti i dettagli e gli avvenimenti della sua vita,  malattie gravi comprese, questo non si direbbe. 

E' molto più semplice collegarsi con la Mente. "Un radiestesista si collega con la sua mente", si legge questa frase e nessuno si stupisce. Più o meno, qui s'intende la mente conscia, la coscienza. 

Ma le informazioni da dove le prende, il radioestesia? 
Un'altro concetto poco chiaro; molti autori preferiscono  non specificare, sempre a causa dell'assenza di un modello del Sé Superiore  condivisibile da una moltitudine  di scuole, tra quelle esoteriche  occidentali e quelle orientali. Si legge: dal subconscio, e anche dall'inconscio. Mi sono ripromessa di  rileggere bene alcuni testi per capire questa faccenda: chi è la fonte che ci parla, per  gli autori del manuali che avevo letto e studiato prima dei russi?? 

Eccone alcuni esempi.
Krayon:  “... Il tuo sé superiore sei tu. Sei vero tu . Il sé superiore è il vero te stesso, la tua coscienza dell’anima totale. Tu che stai vivendo sulla Terra sei solo una proiezione della coscienza del tuo sé superiore. Il sé superiore sei tu completo... Il sé superiore è quello in possesso del contratto spirituale, il piano che hai fatto per te stesso prima di incarnati. Lui o lei ha il manuale di istruzioni e il tuo progetto di vita tra le sue mani. 
.... Il Sé Superiore risiede nel tuo DNA. E tuo DNA si trova in tutte cellule del tuo corpo" .

Eva Pierrakos: “...Ogni essere vivente ha un sé superiore o scintilla divina. Questo è il più raffinato e radiante dei corpi sottili, con la frequenza vibratoria più alta".

Louise Hay:  “.. ho iniziato nel 1998 ad avere delle conversazioni con quello che definisco “Sé Superiore” ma potrebbe anche chiamarsi “Guide Spirituali”, “Maestri  Spirituali”. Non è importante il loro nome in sé ma quello che ti può portare come aiuto e appoggio”.

Quindi,
- è il DNA, la coscienza dell'anima totale
- il corpo sottile, molto raffinato
- guide spirituali.
- ………

E' possibile lavorare in base a dei concetti così diversi, pur rendendo il dovuto a questi maestri?  Non credo. 
Ecco perché io sottolineo sempre la radicale diversità del concetto del SS nella radionica russa. Anche se, come avevo già spiegato, il nome  "la radionica esoterico-scientifica russa" non  è del tutto esatto, perché i metodi di guarigione  di questo tipo hanno in comune con la radionica classica soltanto l'analisi tramite il pendolo, ma pure i protocolli di analisi sono completamente diversi, perché si opera in fase a dei modelli della realtà diversi. 
Mi riferisco ai metodo Puchkò ma soprattutto al molto più evoluto metodo di Pavel ("Le Energie della Guarigione").

Il SS  qui è una connessione,  viva, vibrante, radiosa, tra lo SPIRITO, l'ANIMA e il SUBCONSCIO.  Il Subconscio, a sua volta, è collegato con un canale con la Mente, o la Coscienza, E' tramite questo canale che noi accediamo al Subconscio, facendo la radioestesia, o meglio ancora, a tutto il SS. Due elementi del SS non sono terreni (lo Spirito e l'Anima), mentre il Subconscio nasce e muore con l'uomo; sa tutto di lui ed è una mini-Akasha, su misura di un uomo solo. 

Noi possiamo interagire con il Sistema  rivolgendoci  direttamente al nostro SS, in quanto due suoi elementi sono immortali e fanno parte del Sistema… il percorso per raggiungere  una connessione stabile (e non del tipo connessione a internet dai cellulari, che va e viene :-) ) non è semplice ed è riservato a coloro che  hanno raggiunto una certa maturità. Non ci sono iniziazioni, tipo,  "sono stato iniziato/a dal maestro X… al collegamento con il mio Sé Superiore". 
Il lavoro radiestesico, a partire dal collegamento con il Subconscio, è il miglior mezzo per stabilire questa connessione. Serve un dialogo, un controllo dei propri passi,  un controllo logico...serve chiedere  i consigli… lavorare. Secondo Pavel, soltanto 0,0008% delle persone hanno, attualmente, una connessione stabile e "informale" con il proprio SS. Poco? Si. Se fossimo in tanti, l'umanità sarebbe molto diversa.

Ebbene,  per i maestri russi  esiste non soltanto un concetto chiaro del Sé Superiore, ma hanno anche  proposto le tecniche per ripulirlo da ciò che lo ostacola.  Perché è soggetto all'azione dei programmi negativi dalle persone e dalle forze oscure.  Ma questo è un altro discorso, e tema per un altro articolo.