Si è verificato un errore nel gadget

domenica 22 maggio 2016

LE PIRAMIDI SONO DELLE CHIAVI PER INNALZARE LE VIBRAZIONI UMANE?






La radiestesia e le piramidi: è un classico. Non a caso la radionica include gli studi sulle piramidi.
Igor Mikerin è un ingegnere che era partito dagli studi radiestesici  per approdare allo studio delle piramidi e delle loro proprietà.  Tutte le sue ricerche sono basate  sulle misurazioni radiestesiche e sull’attivazione di una visione intuitiva. 
Avviso i miei lettori che si tratta di una ricerca e dei punti di vista personali, a mio parere, interessanti. 

Questo è un brano della sua intervista ad una web rivista russa:

“E’ importante che la piramide sia regolare?

“Le caratteristiche di una piramide dipendono dalle sue dimensioni, dagli spigoli. Tra l’altro,  solo due spigoli della piramide “funzionano”. Una piramide ha due posizioni di lavoro:

1)   Neutralizza. La neutralizzazione serve per indebolire/neutralizzare gli effetti delle reti di Hartmann e Curry, le spaccature del terreno ed altro.
2)   Genera l’energia.

Molto dipende da come è orientata rispetto ai punti cardinali. Se orientiamo  gli spigoli  nella direzione Nord-Sud, la piramide avrà una posizione neutralizzante, se la giriamo a 45° e orientiamo un lato a Nord-Sud, diventerà un generatore di alte frequenze.
Man mano che la giriamo  a 45°, la sua capacità di neutralizzare si indebolirà e quella di generare si rafforzerà, e viceversa.

Quando vidi per la prima volta una piramide di Alexander Golod ad Alushta, mi stupii  vedendo che  i lati  non erano orientati ai punti cardinali. 
Poi capii che Golod non voleva che fosse troppo potente, la sua piramide è già potente grazie alle sue dimensioni e le proporzioni in sezione aurea; se fosse anche orientata, potrebbe addirittura nuocere.
Essendo un  ricercatore, so cosa vuol dire essere sottoposti all’irradiazione eccessiva.  Anche la mia famiglia ne sa qualcosa: quando misi a casa una potente piramide, inziammo tutti a litigare. Sorge uno stato simile alla sbornia mischiata con i sintomi da alta pressione...
Una mia collega che abita al pian terreno  mise a casa una piramide aperta (una carcassa) con una base 2x2 m. 
All’epoca io avevo poca esperienza, pensavo di mettergliela sopra il letto, e meno male che non ci riuscii...intanto alla signora bussavano tutti i vicini, dal secondo e fino all’ultimo piano, si lamentavano dell’insonnia. “

“La piramide può essere così negativa?


“Si trattava di una dose eccessiva. Le piramidi vanno usate in maniera personale, la dose va stabilita con il pendolo per ogni persona concreta. Per esempio: all’inizio io dovevo stare sotto la piramide  2 volte al giorno per 10 minuti. Ma in realtà  stetti 15 minuti, con un intervallo non di dodici ma di sei ore... e poi non dormii tutta la notte; si trattava di una piramide molto potente.
D’altra parte, ne feci diversi, di sovradosaggi. Ed iniziai a pensare in  modo diverso, il cervello funzionava meglio, e forse questo  è il risultato anche dei miei “errori” e della mia insonnia.

 “Come lo spiega?”

“ Si ripulisce da una parte delle vibrazioni dalle basse frequenze, cresce l’energia; migliorano le caratteristiche dei  corpi sottili.”

“Una piramide funziona solo quando sei dentro oppure influenza anche lo spazio circostante?”

“Influenza anche lo spazio. 


Se orientata in maniera corretta ai punti cardinali,  la piramide produce due tipi di energia: a forma di una sfera e a forma di  raggio. La formazione energetica sferoidale è situata ad un terzo dalla base (è il punto della frequenza con la massima ampiezza); la sfera è divisa in due semisfere, ognuna di forma toroidale  di forma irregolare, che può girare e rovesciarsi.
La frequenza dei movimenti di questi toroidi rappresenta la frequenza della piramide.
Il punto situato a due terzi dalla base è il punto dove inizia a formarsi il raggio della piramide. Entrambi i punti sono identici come frequenza ed ampiezza. Il raggio che va da questo punto alla cima della piramide possiede l’energia, ampiezza e diametro regolare;  il raggio che esce dalla cima di una piramide regolare  possiede una dispersione  fino a 1°30’, dipende dalla costruzione. 
Gli abitanti di quel palazzo di 5 piani avevano sperimentato l’azione di quel raggio. Ma è una cosa temporanea, poi ti abitui, ti adatti. E dopo, aumenteranno le tue vibrazioni. Funziona anche una piramidina piccola, se messa bene.

La frequenza di persona è un valore che integra le frequenze dei corpi sottili e di ogni componente del corpo fisico.  La frequenza diminuisce a causa delle emozioni negative, dei pensieri negativi e delle azioni dannose.
Se hai delle frequenze basse, la piramide di darà fastidio ( avrai l’insonnia o un sonno ipnotico, fuori controllo). Ma dopo alcune sedute dentro la piramide ti senti diversamente, perché lei ti alzerà le vibrazioni.
Una piramide può correggere l’incoordinazione dei chakra. Una cosa curiosa, un chakra spostato; a volte è talmente spostato che esce fuori dal corpo. Uno può  cercare di rafforzare i chakra quanto vuole, ma se c’è un’incoordinazione, è tutto inutile.”

“Perché questo succede?”

“Di solito si tratta dei traumi, delle fermate improvvise, degli incidenti. Se la velocità con la quale si muove una persona non supera 6 m/sec,  un incidente non sposterà i chakra, se la velocità è maggiore, il chakra può spostarsi e non tornare più al suo posto. “


“Lei ha detto  di essere favorevole ai sovradosaggi; si spieghi meglio.”

“Io devo sapere come si sentono i sovradosaggi, devo sentili di persona. Non escludo che i sovradosaggi eliminino i blocchi delle possibilità umane.”

“Se si mette una piramide nel giardino, o nell’orto, come influenzerà la terra, le piante, gli abitanti del posto?”

“ Per ogni pianta e anche per ogni periodo del suo sviluppo serve una posizione individuale, come serve pure per una persona. Una piramide potente non può andare bene per tutti. Ma questo problema si risolve facilmente con la radiestesia.”

“Le proporzioni della piramide hanno un’importanza? Per esempio, la piramide di Golod è molto diversa da quelle egizie.

“Le proporzioni della piramide si definiscono con il pendolo per ogni latitudine.
Più siamo vicini all’equatore, meno slanciata deve essere anche la piramide. 
Golod da tempo usa questo fattore, le sue piramidi sono alte  perché sono collocate nelle terre più vicini alle latitudini nordiche. Quanto all’angolazione della piramide, nella letteratura c’è una confusione, si parla dell’inclinazione dello spigolo al piano della base, e dell’angolazione del lato (apothema) rispetto al piano della base. Sono due angoli diversi; io ottengo una proporzione voluta diversamente; esistono due misure principali; lo spigolo  e il lato della base, durante il montaggio otterrai lo stesso la stessa variante. Calcoliamo, costruiamo, cerchiamo i “ osaggi" per adattare un concreto organismo alla concreta piramide, e alziamo la frequenza della persona.”

“Vuol dire che una piramide, alzando la frequenza umana, può far diventare una persona più sana?”

“Si, una piramide serve prima di tutto per la profilassi. Sono convinto che le piramidi prolunghino la vita. Aumentano le frequenze dei corpi sottili, corpi energetici, le frequenze di tutti i sistemi fisiologici, dei tessuti, delle cellule, del DNA, il processo si avvia...
Secondo la dottoressa Clarke, la frequenza dell’uomo è circa 1,5 MHz. Ma secondo i miei studi, questo valore si riscontra raramente; la maggioranza delle persone  vibra sulle frequenze fino 0,8 mHz, e anche più basse.

A proposto, nelle carceri è frequente la tubercolosi; alcuni detenuti si fanno contagiare apposta per approfittare del regime meno rigido, e vivere presso l’ospedale carcerario. Ma alcuni non si ammalano mai, anche mangiando insieme ai malati dallo stesso piatto. La frequenza del portatore della tubercolosi è di circa 0,4 mHz, e quando hai questa frequenza o superiore a questa, non ti ammalerai. E se arrivi a 1,2 mHz, non prenderai nemmeno l’influenza in mezzo a tutto il mondo che starnuta.

“Quindi, coloro che hanno le basse difese immunitarie, hanno le frequenze basse?

“Non proprio così. Anche con le difese basse si può avere una frequenza alta, e al contrario. L’immunità è una difesa dai germi patogeni, l'alta frequenza è un mezzo d’attacco. L’immunità si alza con gli esercizi fisici, con una vita salutare, ma non con l’aiuto dei pensieri e della coscienza che sono le leve per aumentare la frequenza.  Un assassino, per esempio, può avere le difese immunitarie altissime, ma non può avere le frequenze alte; ovvero, tramite l’uso della piramide potrebbe anche avere dei risultati, ma  i valori caleranno rapidamente.”

“Ci sono delle malattie che la piramide non può affrontare?”

“ Non è una panacea. Non può fermare i processi  cronici molto avanzati, ma alzando le frequenze fa morire gradualmente i germi, che smettono di moltiplicarsi. Migliora la riparazione dei tessuti, acuisce l’intuito...

“Quanto sono importanti le proprietà  neutralizzanti delle piramidi?”

“ Si crede che le reti di Hatrmann e Curry siano nocive per la salute, soprattutto se dormiamo sopra i loro incroci.
 Ecco, le piramidi possono neutralizzare i pericoli. Ma è un paradosso: se  queste strutture provocano davvero delle malattie, la percentuale delle malattie a causa di ciò sarebbe altissima, perché la griglia  è molto fitta e copre molti letti e molti posti di lavoro. Ma questo non succede. Perché? 

E’ come nel caso della tubercolosi in carcere; ci sono persone  che vibrano su valori alti, a loro  le reti non nuocciono.  Anzi, possono aiutare.  E’ utile neutralizzare la loro influenza, per esempio, nei periodi post operatori. E per il resto, dobbiamo mirare ad alzare le vibrazioni, fino a 1 – 1,4 mHz. E allora tutte le geopatie ci saranno solo utili.

Per esempio: i ricercatori di un istituto di ricerca (bella città di Ufa) hanno inventato un interessante strumento: l’indicatore delle anomalie geomagnetiche. Ho visto i risultati delle indagini in un appartamento sul loro sito, le zone “negative” coprono circa 2/3 della superficie! 
E’ irrieale, cercare di scegliere un punto “positivo”  per mettere il letto. Perché non ci sono solo le linee di Hartmann-Curry, esistono anche le reti di Witman, Goncharov-Makarov-Morozov, le reti di Becker-Hagens, le faglie; in totale, i tipi delle geopatie sono più di 15, e non è possibile evitarle tutte . Non resta che usarle per il proprio bene, se hai le frequenze alte.”

“Supponiamo di aver raggiunto questo obiettivo. Ma la frequenza può abbassarsi in seguito?”

“Come mantenerla? 
E semplice ed è difficile, è possibile ed è impossibile. La frequenza dipende dai pensieri, dalle emozioni, dalle azioni. Le emozioni negative si trasformano in  stati di coscienza alterati stabili.  Senza lavorare su di se, non ce la fai.

Qualche parola sulle frequenze umane concrete.
-       0,8 mHz è la frequenza quando le reti e le linee terrestri  smettono di nuocere all’uomo.
-       1 mHz : le reti e le griglie  iniziano ad agire positivamente sull’uomo.
-       1,2 mHz: i virus non possono farci niente.
-       1,4 – 2,4 mHz: una frequenza umana ottima.
-       2,4 – 3,4 mHz: una frequenza umana  ideale.

Le misure di sicurezza: con le piramidi, occorre alzare le frequenza gradualmente, altrimenti sorge uno stato di scompenso e persino potrebbero affiorare delle malattie dormienti.

E, per concludere, un fatto: ci sono delle persone che hanno lavorato nel cuore della centrale di Chernobyl, e sono vive, stanno bene. Alcuni di loro vivono ancora nella zona vietata, non hanno avuto alcun danno e non stanno per morire. Come mai? Forse, le loro vibrazioni sono alte. Non è da escludere."



Fonte: http://pyramids.iicufi.org/index.php?id=87

martedì 17 maggio 2016

I "CAMPI CRONALI" DI ALBERT VIKTOR VEJNIK



Albert Vejnik (1919 - 1996): è un nome che pochi conoscono in Europa, a parte i fisici teorici. Nei circoli accademici questo scienziato si era guadagnato una reputazione non meno "scandalosa" di Kozyrev (quello della ricerca sul Tempo), perché cercò di creare la Teoria Generale della Natura, dove respinse alcune teoria comunemente accettate: la legge dell'aumento dell'entropia, il secondo principio di termodinamica, e la teoria della relatività di Einstein.
Vejnik provò la possibilità dell'esistenza di una velocità che supera la velocità della luce. Considerava il vuoto (vacuum) una particolare sostanza senza una struttura e senza un comportamento, e, la cosa più scandalosa all'epoca, propose di vedere l'Universo come un multiverso fatto di mondi paralleli compenetranti.

Introdusse il concetto del "campo cronale" come una caratteristica della materia e del tempo che include tutta l'informazione dell'Uniuverso. Molte sue idee rivoluzionarie Vejnik riuscì a provare con degli esperimenti. Per questo fu ferocemente criticato dai rappresentanti della scienza accademica, e una delle sua monografie ("Termodinamica"), nel 1969 fu persino tolta dagli scaffali delle librerie e bruciata (!). Lo scienziato morì nel 1996, in circostanze poco chiare.

Lavorando sulle sue teorie, Albert Vejnik costruì un "generatore del campo cronale" e fece un dispositivo per la misurazione della tensione del campo cronale. Questo misuratore (ne è rimasta solo una foto) era destinato a rilevare l'informazione e non solo la tensione (in pratica, si proponeva uno strumento per leggere in Akasha tutta l'informazione che riguardava un oggetto (un quadro, un'icona. una scultura, un manoscritto... immaginate che fortuna per gli storici!).
Nel 1948 un fisico olandese, H.Casimir, scopri un effetto che ricevette il suo nome.
L’effetto Casimir si manifesta come una piccola forza attrattiva che agisce tra due lamelle piane metalliche non cariche, vicine e parallele. Questo effetto è stato verificato sperimentalmente dopo circa cinquant’anni. Per molto tempo esso ha rappresentato poco più di una curiosità, ma in anni recenti ha ricevuto una crescente attenzione nell’ambito delle nanotecnologie. Esso inoltre rappresenta la prova sperimentale di quell’energia del vuoto invocata dai cosmologi per spiegare l’accelerazione dell’espansione dell’universo inaspettatamente scoperta negli ultimi anni.
Alcuni calcoli dicono che ci potrebbero esistere dei mondi a 10 -11 dimensioni, e persino dei passaggi simili ad una "tana di talpa" che conducono nei mondi paralleli.

Che c'entra Vejnik? E' la prova della sua teoria del multiverso.
Anche la variazione della forza della gravità che si verifica tra due specchi, comporta il cambiamento delle caratteristiche spazio-temporali; ovvero il tempo e lo spazio si deformano (questo spiega i fenomeni della telepatia e della chiaroveggenza negli sperimentatori degli specchi di Kozyrev.
All'interno di uno specchio chiuso ad anello aumenta la pressione del campo elettromagnetico, e come sappiamo, il campo porta anche l'informazione (NB. per la radionica russa di Pavel, il campo elettromagnetico deriva dal campo torsionale, la base infiormazionale dell'Universo).

Grazie all'effetto Casimir anche le onde deboli, in alcuni casi, possono raggiungere i recettori i cui segnali arrivano ai neuroni del nostro cervello, e questa è la spiegazione dell'effetto che a volte si verifica in coloro che sperimentano la "corona d'argento" (è un'invenzione di E. Rodimin, inizialmente destinata alla protezione dai campi elettromagnetici nocivi).