Si è verificato un errore nel gadget

mercoledì 5 aprile 2017

COME PROTEGGERSI DAGLI ATTACCHI PSICHICI E DALLA NEGATIVITA’ ?

Ricordo una domanda che mi era stata fatta su Facebook: “Come proteggersi dai trattamenti “radionici” non voluti?
Cosa significa “non voluti”? La radionica così come è stata concepita, intende l’invio (tramite i circuiti, le macchine, l’intento, le forme-pensiero) dei trattamenti mirati al BENE di una persona.
I trattamenti non voluti non sono radionica.

Si tratta dell’invio dei programmi negativi classificati, dalla Medicina Multidimensionale Puchkò e dai metodi “derivati", come “programmi” di sottomissione a certe persone o interessi, programmi di zombizzazione, di robotizzazione, o come le “strutture di magia nera”, le maledizioni ecc. 
Un operatore radionico “chiaro” lavora per curare, un operatore “oscuro” non è un operatore radionico, è un “mago”.
Anche inconsciamente, ritenendo una persona antipatica, sgradevole, cattiva, rifiutandola “a pelle”, noi possiamo sempre inviarle dei programmi negativi INCONSCI.

E visto che siamo null’altro che un “bozzolo vibrazionale”,  sistemi aperti e non protetti dal punto di vista multiudimensionale, spesso e volentieri questa INFORMAZIONE entra nei nostri corpi sottili e vi rimane per anni, se non la rimuoviamo.
Nulla da fare, siamo fatti così, la nostra civiltà non lavora sullo sviluppo spirituale dei suoi membri, per cui lo scambio dell'informazione negativa generata dall’assenza di controllo sulle emozioni, è inevitabile.

C’è chi assorbe di più e chi assorbe di meno. Dipende da molti fattori: da quanto siamo collegati a varie egregore (ovvero, alle loro parti negative), dalla storia personale, dal karma, dalla predisposizione dettata dalla storia di famiglia, e così via. 

Dunque, come si fa a difendersi? Soprattutto dall’azione dei maghi e simili?

1.Un consiglio spassionato a chi si fissa troppo su questi temi è il seguente: non dateci molta importanza. Si, siamo permeabili, si, queste cose succedono, ma la paura e la fissazione faranno SI’ che ve li attirerete ancora di più, i programmi negativi.

2. La Puchkò consigliava di lavorare seriamente sui propri “peccati” (c’è tutto un discorso di questo genere, nell’ambito dei suoi studi); un "santo" inteso come una persona libera dai peccati e dai loro condizionamenti, ha una matrice energetico-infirmazionale pulita e non si attirerà nulla… perché è trasparente !!!  Non ha peccati, è ben collegato al Divino e vive secondo le leggi del mondo spirituale, a dfifferenza di noi che siamo ben visibili al lato oscuro dell’Universo.
In uno dei libri della Puchkò c’è anche un protocollo di pulizia dai peccati e dalle loro registrazioni nelle strutture del cervello, ma sinceramente, a pensarci bene, sarà mai risolutivo tale intervento, se non controlliamo le nostre emozioni negative (rabbia, rancore, ingordigia, invidia, giudizio...) che sono alla base di tutti gli errori – peccati – invio della negatività?  

E credete che sia facile controllarle perché lo vogliamo? No, il controllo delle emozioni fa parte della graduale crescita spirituale, è dipende dal maggior coinvolgimento delle strutture del Sé Superiore nella nostra vita quotidiana. Qundi, un giorno anch io, nei miei primi anni dell’appassionato studio del “continente Puchkò” l’avevo fatto... avrei “cancellato” i miei peccati, ovvero credevo di averlo fatto. Mi ero sentita bene per un paio di giorni, direi. E soltanto...
Però, riflettiamo su questo, è un pensiero molto importante. 
I “peccati” o errori, se vi sembra che questa parola sappia troppo di religione,  è, di regola, l’ultima causa profonda di natura informazionale che diventa disponibile per un operatore radiestesico  dopo mesi (o anche anni) di analisi.

E' quella oscura cantina  che resta ingombra dopo che abbiamo ripulito e adornato l’edificio. E’ da li che provengono i miasmi.

3. L’unico modo sicuro per proteggersi è costruirsi una protezione PERMANENTE contro gli attacchi informazionali (nel senso, che se deve scoppiare una bomba atomica, non ci servirà a nulla, ci ucciderà lo stesso… mentre un manipolatore oscuro che vi vuole danneggiare non vi potrà fare nulla). 
Mi chiederete: come si fa?
Non è un discorso semplice. Non ci sono miracoli e pastiglie miracolose. Non ci sono i circuiti che tengano. E’ perfettamente unuitile digitare sulla macchina radionica la rata o il comando “elimina ...” o qualcosa di simile.
Per mettere una protezione occorre prima ripulire tutti i corpi sottili della persona, dai programmi negativi di tutta la sua vita, con il metodo dell’analisi torsionale (insegnato dal mio maestro Pavel).
Le tecniche Puchkò sono, purtroppo, temporanee, anche se lo studuo del metodo di Pavel deve inziare dallo studio della Puchkò (è una tappa obbligatoria). Le tecniche della Medicina Multidimensionale non ci faranno avere  una protezione permanente, ma servono come un approccio all’altra visione dell’uomo, che va al di là dei circuiti o macchine radioniche.

E’ un lavoro serio che deve fare un operatore preparato. E intanto, sapete cose succede nei 90% dei casi? Ti chiedono di farlo per qualcuno (marito, sorella, famigliare) e dopo un mese questa protezione è rotta. Perché? E’ stata fatta male? Ma no. E’ il Sé Superiore di una persona che deve essere abbastanza sviluppato per essere in grado di assicurare la TENUTA della protezione. E uno in balia delle emozioni negative, uno che vive come una pianta, che non lavora su di se per essere migliore, non possiede un Sé Superiore abbastanza maturo. E in più, è staccato dal Sé Superiore, sente solamente la voce della coscienza dilaniata dai desideri e dai rimpianti... Quindi, questa protezione serve soprattutto a chi ha già un approccio spirituale ben marcato… allora si che la protezione terrà.

Come dice anche Liubov Petrova, fisica e matematica: 
“La base di una cura è uno sguardo rivolto dentro di se. Per vincere una malattia occorre imparare a vedere se stesso diverso, cercare di ricostruirsi da dentro. Nella vecchia Rus’ esisteva l’istituto della guarigione spirituale, di solito rappresentato dai padri spirituali, persone che avevano scoperto i mondi sottili attraverso la fede. Loro potevano prestare ad un malato un aiuto veramente sicuro (guarire, ricostruire, ricomporre il fisico e l’anima). Un guaritore di questo calibro e un sensitivo qualsiasi si trovano ai livelli molto diversi.
Un guaritore è capace di influenzare il Sé Superiore dove nascono le malattie, mentre un sensitivo può entrare nel tessuto energetico umano spesso senza capire cosa sta succedendo. Perciò, a volte è più sicuro prendere una pastiglia piuttosto che far entrare nel tessuto del proprio destino un “sensitivo guaritore”.

- “Ghennadij Shipov diceva che i campi torsionali non possono essere schermati. Che cosa può schermare una persona dalla negatività?”
“Lo schermo più sicuro è un alto livello della spiritualità.”


Ma nel frattempo, possiamo inventare qualcosa?

Alcune tecniche bioinformazionali, se fatte  subito, possono fare qualcosa, ma senza aver imparato delle serie tecnologie radiestesiche che prevedono una profonda analisi e l’individuazione dei programmi negativi situati (a strati, senza contare quelli nascosti!) nei nostri corpi sottili,  non avremo dei risultati stabili e duraturi.

Ma nel frattempo...

Ecco per esempio una delle interessanti tecnche di difesa universale, la “Formula di frau Kovalski”.

Secondo la leggenda, colui che ha inventato questa tecnica, avrebbe lavorato con dei materiali radioattivi senza mezzi di difesa (?).
Al di là del fatto che sia vero o falso, questa tecnica si adopera per la difesa, ricarica, armonizzazione.

Lo scopo è diventare i conduttori dell’energia divina. Non tutti la possono condurre (sfiducia, assenza di fede, ignoranza), mentre tutti ne hanno bisogno.
Coloro che possono diventare i conduttori di questa energia la ricevono, la fanno passare attraverso il cuore e la colorano, regalandola,  con le energie della loro tenerezza.

Quando si adopera?
-       - Vedete una lite in famiglia, o in ufficio. Provate a dare a queste persone l’energia e vedrete che il conflitto si esaurisce.
-       - Qualcuno cerca di farvi del male, magari, con i mezzi magici? mandate a che a lui dell’energia divina e noterete che i colpi si indeboliranno. In questo caso l’energia divina nutre l’anima del vostro avversario e lo priva delle possibilità di attingere a delle energie astrali negative. Le energie astrali, a differenza da quelle divine, sono limitate e sono offerte al mago per essere restituite moltiplicate a causa della paura della probabile vittima. Se questo non accade, l’invio dell’energia negativa cessa e viene prelevata quella del mago (il quale potrebbe iniziare a stare male).
-       - Provate a mandarla a chi ha forti dolori.
-        
La formula.

1.   Ispirando, con l’amore nel cuore, rivolgetevi a Dio: “Signore, ti prego, dammi la tua Energia !”
2.   Espirando (lo sguardo interiore è rivolto al cuore), con tenerezza, dare questa energia prima alla Terra (radicamento): “Madre Terra, PRENDI TUTTO CIO’ DI CUI HAI BISOGNO.” (non aggiungete altre parole).
3.   Inspirando, chiedete di nuovo a Dio: “Signore, ti prego, dammi la tua Energia !”
4.   Espirando (attraverso il cuore, con tenerezza) date questa energia a chi volete: ad un malato, ad una stanza, ad un albero, ad un animale, alle persone che non conoscete ma che volete aiutare, ai vostri nemici (per proteggervi da loro), ai colleghi, ad una città, ad un paese: PREDI TUTTO CIO DI CUI HAI BISOGNO.
5.   “Dio ti ringrazio”.
6.   Tenetene un po’  per voi: “Signore, ti prego, dammi l’energia! (inspirate). Dio ti ringrazio.”

Esempio:
-       Signore, ti prego, dammi la tua energia (inspirate).
-       Fate passare l’energia attraverso il cuore, espirando, con tenerezza: madre Terra, prendi tutto ciò di cui hai bisogno.
-       Signore ti prego, dammi la tua energia (inspirate).
-       Fate passare l’energia attraverso il cuore, espirando: Mamma, prendi tutto ciò di cui hai bisogno!
-       Signore, ti prego, dammi la tua energia (inspirate).
-       Fate passare l’energia attraverso il cuore, espirando, con tenerezza, datela: Amici miei, prendete tutto ciò di cui avete bisogno.
-       ......
-       Dio ti ringrazio.
-        
Non dimenticatevi di radicarvi, altrimenti correte il rischio di dare la vostra energia anziché quella divina.

Autore: Roman F.
http://omkling.com/universalnaya-bozhestvennaya-zashhita/













Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.