Si è verificato un errore nel gadget

sabato 10 giugno 2017

I DUE VOLTI DELLA SVASTICA

Questo simbolo si chiama "POSOLON'", è un antico simbolo degli ornamenti dei russi nordici, che rappresenta l'apparente rotazione delle stelle nel cielo polare. 
Lo scorrimento del Tempo veniva paragonato al giro di questa "ruota"; e così era nato anche il termine "la ruota del tempo".
Questo concetto ha a che fare con la teoria dei campi torsionali, anche se gli antichi slavi non usavano, ovviamente, questo termine.
"La sfera non ha le frontiere temporali. Se impariamo a trasformarla in una figura toroidale, saranno possibili i viaggi nel tempo. Si va nel passato muovendosi, dentro il toroide, in senso antiorario, e nel futuro si va muovendosi in senso orario. Ciò che noi percepiamo come il presente si trova al centro del toroide." (Tsvelev "I viaggi dell'anima").
Anche il grande astronomo N.Kozyrev supponeva che il Tempo non scorresse in modo lineare; lo scorrimento del Tempo era, per Kozyrev, la velocità della rotazione in senso orario e antiorario.
I lama tibetani dicono che con i flussi del futuro sia possibile andare nel mondo di sotto, verso la sostanza pensante del pianeta, e con i flussi del passato, nei mondi superiori.
E allora,cosa c'entra la svastica dei nazisti? Se la figura a sinistra (blu) è il SIMBOLO della VITA e della LUCE, che simboleggiava il movimento della Terra intorno al Sole e le 4 stagioni, il movimento in alto e l'espansione in fuori, la crescita, lo sviluppo... i nazisti lo trasformarono nel suo opposto; era una sovrapposizione di due rune a S, simbolo dell'estrazione di forza dalla fonte della Vita e della Luce. Quindi, questo simbolo significava una rotazione in senso antiorario, l'involuzione e la distruzione dei processi organici.
L'antico simbolo slavo, la svastica degli indiani, la ruota della medicina degli indiani d'America, la Ruota della vita dei buddisti, il simbolo dell'Intero taoista, il cerchio di forza dei maghi, tutti provenienti dalle parti del mondo diverse, sono collegati tra di loro e hanno un'origine comune.
Il ricercatore V.Shkatov della città di Tomsk ha inventato uno strumento per la misurazione dei campi torsionali statici delle figure geometriche, simboli, lettere, parole, foto ecc.
La forza del campo torsionale che emana il simbolo "posolon'" (sentite la radice "sol", il sole?) degli antichi slavi emana il campo torsionale +6, mentre la forza del campo torsionale della svastica nazista è di - 6, l'opposto.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.