venerdì 3 agosto 2018

I "FOCOLAI D'INQUINAMENTO" NEL METODO PUCHKO'


Grazie all'"instancabile" divulgazione da parte della sottoscritta, ormai molti - intendo soprattutto persone che si interessano di radiestesia e radionica - hanno sentito il nome della Puchkò e del suo metodo, "Medicina Multidimensionale".
Si crede, erroneamente, che sia un qualcosa molto esoterico
visto che eliminiamo le entità e altre infezioni "sottili".
Eppure la Puchkò, come molti russi, è anche straordinariamente concreta. Perché le entità... va bene, le cacciamo, ma... "io cosa posso fare se ho sempre una colite che non mi passa??!".
Il metodo Puchkò, dal quale inizia il percorso delle "Tecnologie radiestesiche russe" www.radiestesiaspiritualerussa.it dove mi ripropongo a formare degli operatori attivi (vedete il sito) ha molti protocolli per curare il FISICO.
L'organismo è visto come una struttura multidimensionale
e anche fisica, che va però analizzata e curata secondo i concetti Puchkò, e per alcuni sono un po' matematici. Ma io dico: occorre avere il pensiero logico sviluppato ed essere capaci alla sintesi, allora è tutto chiarissimo. Purtroppo, qualcuno, abituato ai facili corsi quantisitci, ha difficoltà a concepire un metodo esoterico-scientifico.
Personalmente ritengo assolutamente geniale oltre che utile il concetto dei "FOCOLAI D'INQUINAMENTO" nell'organismo, anche perché mi ha aiutato tante volte a risolvere i problemi gravi.
Secondo il pensiero della Puchkò TUTTE le strutture del corpo fisico sono capaci di accumulare dei materiali di cui un organismo vivente farebbe meglio fare a meno, ovvero sostanze inquinanti, formando dei “FOCOLAI”, o «nidi» di germi patogeni. Questi contengono, in realtà, non solo i germi, i parassiti, i virus, i batteri, ecc., ma anche gli altri inquinanti che si attirano secondo il principio di risonanza.
Si tratta di: cadaveri degli elminti, cellule cancerose, metastasi, diossina, scarti di varia origine, prodotti del metabolismo, radionuclidi, metalli pesanti con i loro isotopi, acqua pesante, medicinali che non si eliminano efficacemente dagli organi emuntori, ecc.
Il concetto stesso del “focolaio d’inquinamento” I focolai d'inquinamento che contengono degli embrioni di malattie io lo ritengo rivoluzionario. La Puchkò fornisce un protocollo di pulizia "totale" dai focolai (difficilmente realizzabile), ma tale pulizia è indispensabile quando si cura un organo, perché TUTTI gli organi e strutture contengono dei focolai.
In concreto:
- avete l'influenza intestinale? passerà più in fretta se non eliminate solo i virus (sempre con il metodo Puchkò) ma pulite anche gli altri componenti che si accumulano nel sistema digerente.
-prendiamo il caso di tumore (a qualsiasi organo). La formazione delle metastasi, nelle fasi avanzate, è inevitabile. Come le eliminiamo? Sempre con la pulizia dei focolai negli organi soggetti a questo nefasto processo.
La Puchkò nei libri riporta la testimonianza di due anziane sorelle di cui una aveva il cancro alle ossa metastatico in fase terminale; i medici l'hanno mandata a morire a casa... la sorella che stava bene, dopo mesi di un instancabile lavoro, ha ripulito tutto. "E' un miracolo", hanno detto poi i sanitari.
Sarà un miracolo, ma visto che lo sono anche la vita e la morte, io credo che il "piano infinito" aiuti coloro che non si piegano e si dedicano alla crescita personale oltre che al nobile obiettivo di salvare il prossimo.
...Questo concetto è inserito nel 3° livello delle TRR.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.